Inaugurato l’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza

Si inaugura oggi a Padova l’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza, imponente opera architettonica progettata dall’architetto romano Paolo Portoghesi, destinato ad essere il più grande polo europeo dedicato alla ricerca scientifica sulle malattie infantili. L’edificio sarà la sede della Fondazione Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza, nata per volontà della Fondazione Città della Speranza per promuovere attività di ricerca scientifica nel campo della medicina e delle patologie pediatriche.

L’Istituto ospiterà i laboratori didattici e di ricerca del Dipartimento di Pediatria dell’Università di Padova, del Dipartimento di Scienze Oncologiche Chirurgiche dell’Università di Padova, della Fondazione Penta e di La Nostra Famiglia IRCCS Medea.

L’Istituto darà spazio alle attività di ricerca scientifica di almeno 350 ricercatori. Entrerà a far parte del team di scienziati che lavoreranno nella Torre anche il medico e ricercatore trevigiano Paolo De Coppi, primario dell’ospedale del bambino “Great Ormond Street” di Londra, che coordinerà l’équipe di Medicina rigenerativa con la dottoressa Michela Pozzobon, ricercatrice della Città della Speranza.

La Fondazione Città della Speranza si è impegnata a coprire tutte le spese di gestione dell’Istituto e a sostenere con almeno un milione di euro l’anno i progetti di ricerca scientifica pediatrica che si svolgeranno all’interno, grazie anche alla partecipazione di partner pubblici e privati come la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, che ha stanziato 10 milioni di euro.

La realizzazione della Torre è stata possibile grazie a una forte sinergia fra pubblico e privato: fondatore e promotore dell’Istituto di Ricerca è la Fondazione Città della Speranza, ma vi partecipano anche il Comune di Padova, la Provincia di Padova, la Camera di Commercio di Padova, la Regione Veneto e il Consorzio Zona Industriale di Padova.

L’opera, costruita in soli tre anni, su progetto dell’architetto Paolo Portoghesi, richiama l’immagine di un angelo con le ali socchiuse e di una molecola del DNA con la sua doppia elica ascendente per trasmettere il doppio messaggio di fiducia nella scienza e di solidarietà umana verso chi soffre.
Fondazione Città della Speranza è la onlus veneta che dal 1994 si occupa di cura, assistenza e ricerca nell’ambito dell’oncologia pediatrica e che ha già realizzato, nel 1996, la Clinica Oncoematologica Pediatrica dell’Azienda Ospedaliera – Università di Padova, divenuto centro di ricerca e di riferimento diagnostico a livello nazionale per le leucemie e di riferimento europeo per linfomi, sarcomi, tumori epatici.