Fondazione e Regione Veneto insieme per il reinserimento lavorativo di over 50

Martedì 2 agosto, a Palazzo del Monte di Pietà, è stato sottoscritto un protocollo d’intesa tra la nostra Fondazione e la Regione Veneto per interventi di politica attiva e sostegno al reddito per persone in situazioni di disagio nel territorio delle province di Padova e di Rovigo.

L’accordo, che si propone di rafforzare l’efficacia degli interventi di politica attiva promossi dalla Regione Veneto a favore del reinserimento lavorativo di over 50 disoccupati nell’ottica di una loro maggiore inclusione sociale, è stato firmato da Antonio Finotti, presidente della Fondazione che mette a disposizione 1 milione di euro attraverso il Fondo Straordinario di Solidarietà per il Lavoro, e da Elena Donazzan, assessore all’Istruzione, alla Formazione, al Lavoro e Pari Opportunità della Regione Veneto che ha stanziato inizialmente 5 milioni di euro, poi integrati con ulteriori stanziamenti sino a raggiungere i 22 milioni di euro, attinti in buona parte da risorse del Fondo Sociale Europeo e destinati a tutte le province della regione. All’iniziativa partecipa anche Etra, con 900.000 euro.

L’idea alla base dell’accordo è quella di offrire a circa 1.000 over 50 senza lavoro la possibilità di partecipare ad attività di riqualificazione funzionali all’inserimento lavorativo e di svolgere tirocini. Un target, quello degli over 50, su cui gli enti partner si sono focalizzati in quanto si tratta di persone particolarmente a rischio quando perdono il lavoro, in particolare se fanno parte di famiglie monoreddito o si trovano in situazioni di disagio sociale oltre che occupazionale.

Le attività di riqualificazione, rese possibili grazie ai finanziamenti della Regione, favoriranno l’acquisizione o il rafforzamento di competenze spendibili nel mercato del lavoro e coerenti con i fabbisogni professionali del contesto in cui le imprese venete sono chiamate a competere. Il contributo della Fondazione integra le indennità di tirocinio a favore dei beneficiari degli interventi. I tirocini, della durata massima di quattro mesi, consentiranno ai partecipanti anche di svolgere un’interessante esperienza formativa on the job presso imprese  del territorio.

Con questo accordo prosegue la collaborazione, avviata nel 2012, tra Regione del Veneto, Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo ed Etra per l’attuazione di progetti di utilità sociale a favore di disoccupati nei comuni soci di Etra e nell’area della Diocesi di Padova. Progetti che hanno visto la partecipazione di circa 300 persone in situazione di difficoltà economica e sociale.

Leggi il comunicato stampa completo