Pubblicati gli esiti del “Bando Prima Infanzia” e al via il “Bando Nuove Generazioni”

Si chiama “Bando Nuove Generazioni” ed è rivolto ai minori di età compresa tra i 5 e i 14 anni. È il terzo Bando che l’impresa sociale Con i Bambini rivolge agli enti del Terzo settore e al mondo della scuola con l’obiettivo di mettere in campo progetti di contrasto alla povertà educativa minorile. Pubblicato, intanto, l’elenco dei progetti vincitori del “Bando Prima Infanzia” per il contrasto alla povertà educativa dei bambini fra 0 e 6 anni.

Si chiama Fondo per il Contrasto della Povertà Educativa Minorile ed è un’iniziativa nazionale, alla quale la Fondazione Cariparo ha destinato ad oggi oltre 14 milioni di euro, che sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori.

La povertà educativa è la più odiosa delle disuguaglianze, perché si perpetua nel tempo e priva gli adulti di domani del proprio futuro, condannandoli all’esclusione sociale.

Il Fondo ha visto ad oggi il varo di tre bandi:

Per il Bando Adolescenza le proposte progettuali sono ancora in fase di valutazione. Sono stati pubblicati invece gli esiti del Bando Prima Infanzia: 80 i progetti selezionati a livello nazionale, che riceveranno complessivamente oltre 62 milioni di euro per mettere in campo azioni di contrasto alla povertà educativa dei bambini da 0 a 6 anni.

Tra i vincitori l’iniziativa “Insieme per Crescere”, promossa dal Comune di Padova in collaborazione con un’ampia rete di associazioni del territorio (U-Mus Umanità in musica, I Fantaghirò, MusBaPa – Museo dei Bambini Padova, Gruppo Pleiadi, Nemesi Aps, Euroscuola, Baby Signs Italia, Tam Teatro Musica, Cucciolo Sport, Insieme Associazione, Cooperativa Aura, Studio Arché, Aspic Counseling e cultura, Kaletheia, Associazione Amici dei Popoli). Tre sono le attività previste dal progetto: un asilo nido che prolungherà il proprio orario di apertura fino alle 20.00, venendo così incontro alle esigenze di quei genitori che lavorano in orari serali o nel fine settimana. L’obiettivo è fornire un sostegno concreto a queste famiglie, che hanno un’occupazione precaria o saltuaria, e potenziare le capacità cognitive e relazionali dei bambini coinvolgendoli in attività ludiche e formative proposte da 15 associazioni locali. Sono in programma poi visite a domicilio per famiglie a rischio con bambini da 0 a 5 anni: un supporto mirato che si concretizzerà in una serie di attività volte a prevenire situazioni di disagio. Previsto infine l’utilizzo da parte dei genitori di un programma informatico per favorire l’apprendimento della matematica e aiutare così i bambini a crescere meglio.

Nel frattempo l’impresa sociale Con i Bambini, nata per attuare i programmi del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, ha pubblicato il nuovo bando rivolto alle organizzazioni del Terzo settore e al mondo della scuola. L’iniziativa, che conta su uno stanziamento di 60 milioni di euro, mira a promuovere il benessere e la crescita armonica dei minori di età compresa tra 5 e 14 anni, con particolare attenzione a quelli a rischio o in situazione di vulnerabilità. I progetti presentati dovranno incidere in modo significativo sia sui loro percorsi formativi che su quelli di inclusione sociale, attraverso azioni congiunte “dentro e fuori la scuola”, sviluppando e rafforzando l’alleanza, le competenze, il lavoro e la capacità di innovazione dei soggetti che si assumono la responsabilità educativa e prevenendo precocemente varie forme di disagio come dispersione e abbandono scolastico, bullismo e altri fenomeni di disagio giovanile.

Bando Nuove Generazioni

Leggi il comunicato