Come orientarsi nella complessità? Tornano gli incontri di Segnavie

Come fare i conti con la “complessità”? È la domanda implicita che lega i sette incontri dell’edizione 2018 di Segnavie, il ciclo di incontri ideato e realizzato dalla nostra Fondazione, in cui leader internazionali del pensiero si confrontano con il pubblico.

7 incontri per orientarsi nella complessità

Diversissimi gli approcci e le declinazioni con cui si confronteranno Sergio Romano, storico e diplomatico di lungo corso, Michael Braungart, chimico titolare della cattedra “Cradle to Cradle” all’ateneo di Rotterdam, Sandro Spinsanti, esperto di bioetica, Katrin Kaufer, esperta d’innovazione e docente al MIT, Mario Rasetti, fisico, Daniele Novara, pedagogista, e Martha Nussbaum, filosofa. Sette tasselli di un’attualità che è già futuro.

Ciascuno di loro approfondirà, da punti di vista diversi, un mondo che oggi appare senza un sicuro baricentro. Si tratti di scienza o di filosofia, di politica o di pedagogia.

Ad ogni speaker abbiamo dato il compito di abbozzare mappe per aiutare ad orientarci in un contesto in continuo e rapido cambiamento.

Mappe che non pretendono di essere universali, né ambiscono ad imporre risposte. Vogliono invece suggerire interpretazioni, suggestioni. 

Mettere a disposizione del “carburante” perché ciascuno possa elaborare una propria consapevole visioneQuesto è lo spirito di Segnavie che, edizione dopo edizione – siamo all’ottava – conferma la sua vocazione di “farsi antenna”, per aiutare i viaggiatori della modernità (tutti noi) a “orientarsi nel modo che cambia“.

Da marzo 2018 a febbraio 2019 a Padova

La scelta dei protagonisti e dei temi trattati in questa ottava edizione è volutamente ad ampio spettro.

Solo “indossando molti cappelli” è possibile cominciare a empatizzare con la complessità del mondo attuale.

1. Lo storico e diplomatico SERGIO ROMANO

Ad aprire la sequenza, il 15 marzo (Auditorium Orto Botanico, ore 17.45), sarà l’ex ambasciatore – fine storico e analista della politica internazionale – Sergio Romano, introdotto da Paolo Lepri, responsabile Esteri del Corriere della Sera. Il quesito intorno al quale verterà l’incontro è di estrema attualità: Democrazie in prognosi riservata?

2. L’ingegnere chimico MICHAEL BRAUNGART

Dalla politica all’economia sociale, per il secondo appuntamento: il 5 aprile, ancora all’Orto Botanico. Protagonista Michael Braungart, chimico e fautore del metodo C2C (Cradle to Cradle) che propone una terza via, alternativa sia alla crescita senza controllo sia alla decrescita felice. Intervistato da Gabriele Beccaria, responsabile di Tuttoscienze de La Stampa. Tema dell’incontro: Il mondo non è usa e getta. Dalla culla alla culla: il cerchio della vita.

3. L’esperto di bioetica SANDRO SPINSANTI

L’8 maggio, nell’Auditorium del Centro Culturale San Gaetano, lo scenario muta nuovamente. Ad affrontare il tema Cultura del vivere e del morire. Un buon fine vita: utopia del nostro tempo? sarà Sandro Spinsanti, esperto di bioetica, intervistato da Paolo Cornaglia Ferraris, curatore dell’inserto Salute de La Repubblica.

4. L’innovatrice KATRIN KAUFER

Dall’io al noi. Costruire una società e un’economia più inclusive e consapevoli è la proposta su cui Katrin Kaufer, esperta d’innovazione docente al MIT, rifletterà nell’appuntamento Segnavie di giugno.

5. Il fisico MARIO RASETTI

È quotidianamente al centro di un dibattito allargato l’argomento che Mario Rasetti, fisico, proporrà ad ottobre: Big data. Si può sapere tutto di tutti: potenzialità o minaccia?

6. Il pedagogista DANIELE NOVARA

A novembre, Daniele Novara, pedagogista, si interrogherà e ci interrogherà su Cosa sta accadendo ai nostri bambini? Come tornare alla relazione educativa.

7. La filosofa MARTHA NUSSBAUM

A chiudere, a febbraio 2019, sarà Martha Nussbaum, filosofa, con una riflessione su Di cosa abbiamo bisogno per vivere insieme? Il coraggio del perdono.

L’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria.

Voglio partecipare