Approvati Bilancio di Esercizio e Bilancio Sociale 2017

Approvati il Bilancio di Esercizio e il Bilancio Sociale 2017. Un avanzo record di 112,3 milioni di euro (il più alto degli ultimi 10 anni). Nel 2018 oltre 45 milioni di euro a disposizione delle province di Padova e Rovigo. 

Il Consiglio Generale della Fondazione ha approvato il Bilancio di Esercizio e il Bilancio Sociale 2017, che rendicontano rispettivamente la gestione economico-finanziaria della Fondazione e gli effetti sociali dei suoi interventi sulle province di Padova e Rovigo.

I numeri più significativi

Avanzo di esercizio: 112,3 milioni di euro
Patrimonio netto: 1,99 miliardi di euro
Risorse assegnate nel 2017: 48,2 milioni di euro

112,3 milioni di euro: il più alto avanzo di esercizio degli ultimi dieci anni, in crescita (+14,3%) rispetto ai 98,2 milioni di euro del 2017. Un risultato reso possibile dalla crescita dei dividendi distribuiti da Intesa Sanpaolo, di cui la Fondazione è azionista, e dal positivo rendimento del portafoglio finanziario.

45,2 milioni di euro per Padova e Rovigo nel 2018

L’avanzo di esercizio sarà così impiegato: 45,2 milioni di euro alle erogazioni del 2018, 3 milioni di euro al Fondo per il volontariato, 24,8 milioni di euro al fondo di stabilizzazione delle erogazioni (che al 31 dicembre 2017 ammontava a 141 milioni di euro). La parte restante sarà impiegata per consolidare il patrimonio della Fondazione.

Il valore del patrimonio netto (al 31 dicembre 2017) è pari a 1,986 miliardi di euro, in aumento di 112,8 milioni di euro rispetto all’anno precedente.

Un patrimonio sempre più solido

Nel corso dell’esercizio 2017 la Fondazione ha ceduto parte delle sue azioni del gruppo Intesa Sanpaolo, con l’obiettivo di ridurre il rischio collegato all’esposizione a un unico titolo, attuando quanto previsto dal Protocollo Mef-Acri.

A fine 2016 la Fondazione partecipava infatti al capitale di Intesa detenendone il 3,24% delle azioni. A fine gennaio 2018 la concentrazione dell’investimento nelle azioni ISP è scesa entro i limiti indicati dal Protocollo. Oggi la partecipazione della Fondazione nel capitale di Intesa è pari al 2,11%.

Il dividendo pagato da Intesa Sanpaolo nel 2016 ha generato 91,5 milioni di euro. Mentre il risultato complessivo della gestione del portafoglio finanziario è stato di 145 milioni di euro (rendimento contabile del 6,4%).

Scarica il Bilancio di Esercizio

Cosa abbiamo fatto nel 2017

Dal 1992 a oggi la Fondazione ha destinato all’attività erogativa circa 1,4 miliardi di euro, per la quasi totalità a beneficio delle comunità di Padova e Rovigo.

Il 2017 rappresenta il secondo anno della programmazione 2016-2018, che stimava in 120 milioni di euro le risorse destinate al territorio, con un obiettivo erogativo medio annuo di 40 milioni.

L’anno scorso sono stati approvati 416 interventi che, complessivamente, hanno permesso di assegnare al territorio 45,3 milioni di euro. A questi si aggiungono: 2,9 milioni di euro destinati ai Fondi Speciali Regionali per il Volontariato e al Fondo nazionale iniziative comuni delle Fondazioni, portando complessivamente le erogazioni assegnate nel 2017 a 48,2 milioni di euro.


In particolare, il 49,7% delle risorse è stato destinato a Progetti di Fondazione, per la cui realizzazione sono stati coinvolti anche alcune istituzioni locali e il mondo del volontariato. Il 14,3% è andato ai bandi, il 6% a investimenti Mission Related e il restante 30% alle richieste libere.

Scarica il Bilancio Sociale

Vai al comunicato stampa