Cambiare pensieri per cambiare l’economia? L’esperta del MIT Katrin Kaufer a Segnavie

Come passare da un ego-sistema incentrato sul benessere dei singoli a un eco-sistema che enfatizza e ricerca il benessere di tutti? Ne parliamo nel quarto appuntamento dell’ottava edizione di “Segnavie. Orientarsi nel mondo che cambia”, martedì 25 settembre (ore 17.45) al Multisala Pio X – Padova. 

Collassi finanziari, cambiamenti climatici, esaurimento delle risorse e un crescente divario tra ricchi e poveri sono solo alcuni dei sintomi delle “disconnessioni” che viviamo nella nostra epoca. Per affrontare le sfide di questo secolo è necessario aggiornare il nostro modo di pensare l’economia e i nostri processi decisionali, per passare da un obsoleto ego-sistema incentrato interamente sul benessere dei singoli a un eco-sistema che enfatizza e ricerca il benessere di tutti.

L’attuale economia è fondamentalmente egocentrica. È strutturata cioè per soddisfare i bisogni del singolo individuo e rispondere alle sue esigenze private. Molti tentativi per affrontarne le disfunzioni sono stati fatti – ad esempio, la responsabilità sociale d’impresa – cercando di estendere la consapevolezza dei consumatori e dei produttori al di là degli interessi personali. Ma è un processo lento e probabilmente insufficiente per affrontare le dimensioni e la complessità della crisi e dei cambiamenti che stiamo vivendo.

Ciò che è veramente necessario è un cambiamento profondo nella coscienza delle persone perché operino non solo per sé stesse, ma nell’interesse di tutto l’ecosistema in cui le attività economiche si svolgono.

— Katrin Kaufer

Si tratta di un processo in cui le strategie di cambiamento non possono basarsi sulle lezioni del passato, ma sulla capacità di intercettare il futuro che sta emergendo. Siamo di fronte a un importante capovolgimento di paradigma, che richiede una maggiore consapevolezza e una più profonda capacità di connessione con il sistema nel quale ci si muove, per coglierlo nella sua totalità.

La visione di cui Kaufer si fa portatrice promuove una “nuova economia” più resiliente, inclusiva e consapevole.

 

QUANDO E DOVE

Martedì 25 settembre 2018, ore 17.45
Multisala Pio X
Padova, Via Bonporti 22

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

Voglio partecipare

 

I protagonisti

 

KATRIN KAUFER
Co-fondatrice e presidente del Presencing Institute, è ricercatrice presso il Dipartimento di Studi e Pianificazione Urbana del MIT. Le sue attività di ricerca si concentrano su: leadership, cambiamento organizzativo, mutamento sociale e finanza sostenibile. Lavora per organizzazioni, aziende e istituti non governativi e non profit, per la Banca Mondiale e per il Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite a New York. È co-autrice, con Otto Scharmer, del libro Leadership in un futuro che emerge. Da ego-sistema a eco-sistema: nuove economia e nuove società.

 

Intervistata da STEFANO RIGHI

È giornalista del Corriere della Sera, dove si occupa di Economia, con particolare attenzione al settore delle banche e delle assicurazioni. Ha scritto Reazione Chimica (2011), Palloni Bucati (2012), La Città Illuminata (2014) e, nel 2016, Il grande imbroglio.

 

Segnavie 2018: 7 incontri per fronteggiare la complessità

Come fare i conti con la “complessità”? È la domanda implicita che lega i sette incontri dell’edizione 2018 di Segnavie, il ciclo di conferenze ideato e realizzato dalla nostra Fondazione, in cui leader internazionali del pensiero si confrontano con il pubblico, offrendo mappe per orientarsi in un contesto in continuo e rapido cambiamento.

Le “mappe” di Segnavie