L’anello dei Colli Euganei è realtà

Domenica 27 maggio sarà “Sunday bike”, la giornata dedicata alla nuova pista ciclabile dell’Anello dei Colli Euganei, un percorso di 64 km pianeggianti che attraversa 14 Comuni della Provincia di Padova realizzato grazie al contributo della Fondazione e della Regione Veneto.
L’evento è aperto a tutti, grandi e piccoli che in qualsiasi momento della giornata possono entrare nella pista ciclabile e percorrere tutto o in parte l’Anello dei Colli. A illustrare l’opera tanto attesa dagli amanti della bicicletta e dai cittadini erano presenti oggi a Palazzo Santo Stefano la presidente della Provincia di Padova Barbara Degani e il presidente della Fondazione, Antonio Finotti.

“L’Anello dei Colli Euganei – ha spiegato la presidente Degani – è un passo concreto verso il rilancio delle potenzialità turistiche del territorio. È un mio sogno personale che si avvera perché il cicloturismo rappresenta da sempre un tema che mi sta particolarmente a cuore. Siamo convinti che l’Anello dei Colli insieme ad altri percorsi su cui stiamo puntando (come la Treviso-Ostiglia e l’itinerario del Brenta) possa dare una svolta davvero significativa al turismo termale abbinato allo sport e alla natura, attirare nuovi flussi turistici dal Nord Europa, ma anche tanti concittadini, famiglie, bimbi e la mobilità debole. Padova è al centro del sistema di piste ciclabili del Veneto e del Nordest. A nord abbiamo Trento, a est c’è Venezia, a ovest Verona a sud si arriva fino a Ferrara. Da qui si può viaggiare dalle montagne, ai laghi e fino al mare in bicicletta tra terme e colli. Insomma, mi auguro che l’Anello venga utilizzato e amato davvero da tante persone e fin da ora invito tutti domenica a provarne le bellezze”.

Antonio Finotti, Presidente della Fondazione, dichiara: “Il nostro ente è lieto di aver reso possibile la realizzazione di un’opera che promuoverà la valorizzazione dell’area dei Colli Euganei, vera e propria eccellenza del territorio padovano. Il nostro sostegno a questo progetto si inserisce peraltro nell’ambito di un impegno più ampio a favore del Piano Provinciale delle Piste Ciclabili: un impegno frutto della consapevolezza di come l’utilizzo della bicicletta non solo contribuisca alla salvaguardia dell’ambiente, riducendo il fenomeno dell’inquinamento, ma produca anche benefici concreti sulla salute dei cittadini, migliorandone la qualità della vita”.