Formare "eretici" e non "polli di batteria": la cultura secondo Nuccio Ordine

Giovedì 2 e venerdì 3 ottobre il ciclo di incontri Segnavie – promosso e organizzato dalla nostra Fondazione – riprenderà con Nuccio Ordine, autore di un saggio divenuto in breve tempo un caso letterario internazionale: L’utilità dell’inutile.

Il 2 ottobre al Centro Congressi “A. Luciani” (Via Forcellini 170A, Padova), alle ore 17.45, Nuccio Ordine si confronterà con Paolo Mieli, presidente di RCS Libri, in un incontro dal titolo “Così inutile, così indispensabile: perchè l’inutile ci salverà“.

Il giorno successivo, alle ore 10.00, nella Sala Petrarca del Multisala Pio X (Via Bonporti 22, Padova) dialogherà con 550 studenti delle scuole superiori di Padova e provincia, in un appuntamento interamente dedicato ai giovani (TUTTO ESAURITO!) .

Per entrambi gli incontri l’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria.

 

PER PARTECIPARE

 

COSÌ INUTILE COSÌ INDISPENSABILE
Perché l’inutile ci salverà

 

2 ottobre 2014 – ore 17.45
Centro Congressi “A. Luciani” (Sala A)
Via Forcellini 170 A, PADOVA

Per iscriverti alla conferenza clicca sul bottone giallo:

Eventbrite - NUCCIO ORDINE - L'utilità dell'inutile

 

3 ottobre 2014 – ore 10.00
Multisala Pio X (Sala Petrarca)
Via Bonporti 22, PADOVA

TUTTO ESAURITO!

La conferenza del 3 ottobre è riservata agli studenti delle scuole superiori di Padova e provincia.

 

FORMARE “ERETICI” E NON “POLLI DI BATTERIA”: IL RUOLO DELLA CULTURA SECONDO NUCCIO ORDINE

Prima di incontrare il favore del grande pubblico, Nuccio Ordine era già noto in ambito internazionale principalmente per i suoi studi accademici su Giordano Bruno. E di questo filosofo, arso vivo nel 1600 per le sue posizioni eretiche, in Nuccio Ordine ritroviamo la volontà di rompere gli schemi e la passione per il pensiero libero. In un’epoca in cui sembra avere valore solo ciò che è utile e immediatamente monetizzabile, l’“eretico” Ordine invita a ripartire dall’inutile. Ma in cosa consiste? Nuccio Ordine ha pochi dubbi in merito: “Se vuoi sapere cos’è inutile, fai attenzione a cosa tagliano i nostri governi: scuole, biblioteche, musei, conservatori… tutto ciò che per i nostri governanti non serve”.

Per contrastare la deriva utilitaristica, che nuoce allo spirito e spinge al conformismo, è necessario cominciare presto: dai giovani, dalla scuolaConsolidando le fondamenta di un sistema educativo che mostra preoccupanti segnali di declinoValorizzando i docenti preparati e motivati, oltre che appassionati della propria disciplina. Perché solo così sarà possibile riparare agli errori di una gestione aziendalistica e utilitaristica della scuolaorientata esclusivamente ai bisogni del mercato del lavoro e non a stimolare la curiosità e il pensiero critico degli studenti.

È questa la ricetta suggerita da Nuccio Ordine, autore del fortunato bestseller “L’utilità dell’inutile”. Professore Ordinario di Letteratura Italiana all’Università della Calabria, docente in diverse università europee e statunitensi, il prof. Ordine dialogherà con il presidente di Rcs libri Paolo Mieli sul tema “Così inutile, così indispensabile. Perché l’inutile ci salverà”.

Ordine parte dall’assunto di come il culto dell’utile, al centro delle nostre società consumistiche, abbia letteralmente invaso anche l’ambito dell’istruzione producendo effetti negativi. La scuola, avverte Ordine, dovrebbe invece insegnare che la conoscenza non è finalizzata soltanto a prepararsi al mondo del lavoro, ma è un bene in sé, in quanto arricchisce la persona e favorisce la costruzione della coscienza civile.

Non solo di scuola, però, si parlerà il prossimo 2 ottobre. La conferenza sarà anche l’occasione per allargare la riflessione ad altri temi, primo tra tutti la tendenza, in tempi di crisi, a tagliare i fondi non solo per l’istruzione, ma anche per la ricerca e la cultura. Una scelta poco lungimirante, che priva i giovani del loro futuro e che danneggia l’intero Paese.

In un mondo in cui le leggi del mercato e l’imperativo del profitto sembrano pervadere ogni ambito della vita sociale, l’invito del prof. Ordine, in definitiva, è quello di riscoprire la gratuità e la (apparente) inutilità della cultura e della conoscenza per rendere più umani sé stessi e gli altri.

 

BIOGRAFIA NUCCIO ORDINE

Professore ordinario di Letteratura Italiana nell’Università della Calabria, Nuccio Ordine è noto in ambito internazionale principalmente per i suoi studi su Giordano Bruno, tradotti in undici lingue. Fellow dell’Harvard University Center for Italian Renaissance Studies e della Alexander von Humboldt Stiftung, ha insegnato in numerose università quali Yale, New York University, Ecole Normale Supérieure Paris, Paris-IV Sorbonne, CESR di Tours, Institut des Études Avancées de Paris, Warburg Institute e Max Planck di Berlino. È membro d’Onore dell’Istituto di Filosofia dell’Accademia Russa delle Scienze (2010). Nel 2012 il Presidente francese gli ha conferito il prestigioso titolo di Cavaliere della Legion d’Onore.

Nuccio Ordine collabora alle pagine culturali del Corriere della Sera ed è autore del bestseller L’utilità dell’inutile (2013). In questo brillante saggio, l’autore attira l’attenzione dei lettori sull’utilità dell’inutile e sull’inutilità dell’utile. Attraverso le riflessioni di grandi filosofi e scrittori, Nuccio Ordine mostra come l’ossessione del possesso e il culto dell’utilità finiscano per inaridire lo spirito, mettendo in pericolo non solo le scuole e le università, l’arte e la creatività, ma anche alcuni valori fondamentali come la dignità umana, l’amore e la verità. Eliminando la gratuità e l’inutile, rinunciando a ciò che il mercato considera superfluo – sostiene Nuccio Ordine –  difficilmente l’homo sapiens potrà rendere più umana l’umanità.

Clicca qui per scaricare l’invito oppure sfoglialo cliccando sull’immagine:

Consulta il programma completo di Segnavie su www.segnavie.it