Melania Mazzucco presenta a Padova IL DEMONE DELLA MODERNITÀ

Melania Mazzucco, scrittrice e autrice di “Il Museo del Mondo” di Repubblica, e il curatore Giandomenico Romanelli aprono a Padova il ciclo di conferenze di presentazione della prossima grande mostra che la Fondazione, in collaborazione con il Comune di Rovigo e l’Accademia dei Concordi promuove a Palazzo Roverella, a Rovigo, per il 2015: “IL DEMONE DELLA MODERNITÀ. Pittori visionari all’alba del secolo breve” (Rovigo, Palazzo Roverella, 14 febbraio – 14 giugno 2015).

Una grande mostra che racconta per la prima volta il furioso travaglio che sconvolse l’Europa tra fine Ottocento e inizi Novecento, quando un immaginario fuori controllo, “demoniaco” per potenza e violenza, fece irruzione in un mondo dorato e frivolo, rinnovandone i linguaggi, infrangendo gli schemi e introducendo il movimento, le sonorità estreme, le contaminazioni tra i generi.

A descrivere in anteprima questo percorso e le opere di grandi artisti europei e italiani (tra i quali: James Ensor, Franz Von Stuck, Leo Putz, Odillon Redon, Arnold Böcklin, M. Kostantinas Ciurlionis, Max Klinger, Gustav Moreau, Mario De Maria, Guido Cadorin, Alberto Martini), sono Melania Mazzucco e Giandomenico Romanelli, giovedì 16 ottobre alle ore 18.00, a Palazzo del Monte di Pietà, in Piazza Duomo 15, a Padova.

Ingresso libero.

Per prenotare la partecipazione alla conferenza, mandare una mail a: mostre@fondazionecariparo.it.
Per informazioni sulla mostra: www.palazzoroverella.com, tel. 0425-460093.

Per sfogliare il dépliant di lancio della mostra, cliccare qui.