Segnavie: oltre 1.000 persone alle due conferenze di Nuccio Ordine a Padova

Il terzo incontro di Segnavie, ciclo di conferenze promosso dalla nostra Fondazione, con Nuccio Ordine e Paolo Mieli, ha registrato al Centro Congressi Papa Luciani il tutto esaurito con 500 persone. Il giorno successivo il prof. Ordine ha fatto il bis all’Mpx di Via Bonporti: oltre 500 studenti di alcune scuole superiori del padovano (Liceo Scientifico Nievo, Liceo Scientifico Fermi, Liceo Scientifico Galileo Galilei, Istituto Tecnico Einaudi Gramsci, Istituto Tecnico Ferraris) hanno incontrato, in un appuntamento a loro dedicato, l’autore del fortunato bestseller “L’utilità dell’inutile”. Un incontro che si è trasformato in una conversazione di due ore e mezza tra il relatore e gli studenti, per nulla intimoriti a porre domande e a portare le proprie riflessioni.

Tanti i temi affrontati a cominciare dal ruolo formativo della scuola, oggi troppo burocratizzata, e dal ruolo cardine dei docenti – definiti “studenti per tutta la vita” – nell’educare alla cultura con passione, dedizione e generosità per poter aiutare gli studenti a sviluppare spirito critico e autonomia di giudizio. Ordine ha sottolineato che quando si parla di cultura non si arricchisce solo chi riceve, ma anche chi dona: il professore, donando sapere, ne uscirà più ricco. Un invito poi agli studenti affinché coltivino l’amore per lo studio per diventare persone libere di pensare con la propria testa e quindi capaci di costruire una società migliore. Uno studio che non deve tralasciare i classici, indispensabili per capire il presente e prevedere il futuro.

Non sono mancati i riferimenti all’attualità: Ordine ha sottolineato che “quando uno studente compra una laurea o un diploma noi abbiamo fallito. Il sapere non si compra ed è una faticosa conquista che nessuno può fare al posto nostro”. E in merito alle politiche di taglio dei fondi per la cultura e l’istruzione ha chiosato: “Sabotare la cultura e l’istruzione significa sabotare il futuro dell’umanità”.

Guarda le foto dell’incontro di Segnavie Scuole dedicato agli studenti: