15 dicembre a Roma: presentazione manifesto "Fiducia e nuove risorse per la crescita del Terzo Settore"

Manifesto “Fiducia e nuove risorse per la crescita del Terzo Settore”

Un anno di confronto con le comunità
Un anno fa i principali stakeholder del Terzo Settore italiano hanno sottoscritto il Manifesto con l’obiettivo di aprire il nuovo ciclo di vita di un comparto in grande crescita e che, proprio per questo suo dinamismo, è chiamato a compiere un salto di qualità: “da terzo a primo settore”, riprendendo la frase del Presidente del Consiglio Matteo Renzi.

Da gennaio, il Manifesto è stato presentato in nove città italiane per raccogliere le indicazioni e le aspettative degli esponenti del Terzo Settore, dell’economia e della Pubblica Amministrazione locale.
Ora il Manifesto viene consegnato al Governo arricchito di indicazioni precise nel momento in cui il Terzo Settore è parte integrante del progetto di riforma istituzionale del Paese. Queste indicazioni riguardano non solo la regolazione normativa, ma soprattutto le modalità attraverso cui il Terzo Settore può rafforzare la sua capacità di investimento in settori chiave per il benessere e lo sviluppo.

Scarica il documento che verrà consegnato al Ministro Giuliano Poletti (PDF)

 

La presentazione del manifesto avrà luogo a

Roma, lunedì 15 dicembre 2014, ore 11.00

Nuova Aula del Palazzo dei Gruppi Parlamentari
via Campo Marzio 78 – Roma

 

Programma:

Presentazione Rapporto
Voci dai territori: da dove riparte il Terzo Settore
Flaviano Zandonai, ricercatore Euricse

Intervengono
Massimo Giusti, Presidente Commissione Acri per il Volontariato, i CSV e i Servizi alla persona
Mauro Lusetti, Presidente Alleanza delle Cooperative Italiane
Pietro Barbieri, Portavoce Forum Terzo Settore
Marco Morganti, Amministratore Delegato Banca Prossima

Conclude
Giuliano Poletti, Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali

Modera
Marco Tarquinio, Direttore responsabile Avvenire

 

R.S.V.P. eventomanifestoperilnoprofit@sociale.it
All’ingresso sarà richiesto un documento di identità in corso di validità.
Per gli uomini è d’obbligo indossare la giacca.