Letteratura, cinema, musica accompagnano la scoperta del DEMONE DELLA MODERNITÀ

Sono online sul sito di Palazzo Roverella i video che svelano in anteprima alcune prospettive e scorci inediti sulla prossima grande mostra che sarà a Rovigo dal 14 febbraio al 14 giugno 2015: IL DEMONE DELLA MODERNITÀ. Pittori visionari all’alba del secolo breve.

Cliccando su questo link potrete vedere le interviste che abbiamo realizzato per raccontare già da ora il fermento artistico che respirerete tra le sale di Palazzo Roverella dal prossimo febbraio: Melania Mazzucco, scrittrice e autrice di “Il Museo del Mondo” di Repubblica, Vittorio Boarini, Docente di Cinema all’Università di Bologna e il giornalista e scrittore Armando Torno descrivono – ognuno da un punto di vista differente -, il percorso e il contesto artistico durante il quale i grandi autori presenti in mostra hanno dato vita alle opere che vedrete esposte a Rovigo.

Se Melania Mazzucco anticipa il clima culturale di un’epoca e racconta la presenza di affascinanti simboli ossessivi e Vittorio Boarini ci regala un excursus nella storia del cinema, la “magnifica invenzione”, demoniaca in quanto figlia del progresso, Armando Torno incornicia storicamente le nozze che tra fine ‘800 e inizi ‘900 avvengono tra la musica e le arti figurative.

Per saperne di più sulla mostra o prenotare la visita, vi invitiamo a consultare il sito www.palazzoroverella.com e a contattare il Call Center di Palazzo Roverella al numero 0425-460093.