A Palazzo Roverella a Rovigo IL DEMONE DELLA MODERNITÀ

Apre al pubblico sabato 14 febbraio a Palazzo Roverella (Rovigo, via Laurenti 8/10) la mostra “Il Demone della Modernità”, promossa dalla nostra Fondazione insieme al Comune di Rovigo e all’Accademia dei Concordi.

Al centro dell’evento espositivo l’irrompere della modernità nel mondo tardo Ottocentesco e il suo sfociare nei primi tre decenni del Novecento. Una modernità tempestosa, che rinnova i linguaggi dell’arte, infrange gli schemi rigidi della classicità, le tradizionali connessioni e relazioni spazio-temporali, introduce il movimento, le sonorità estreme, le contaminazioni tra i generi.

A raccontare, interpretare e vivere nelle loro opere queste emozioni sono grandi artisti europei e italiani tra cui Franz Von Stuck, Leo Putz, Odillon Redon, Paul Klee, M. Kostantinas Ciurlionis, Max Klinger, Felicien Rops, Oskar Zwintscher, Sascha Schneider, Mirko Rački, Vlaho Bukovac, Ivan Meštrović, Marc Chagall, Gustav Moreau, Hans Unger, K. Wilhelm Diefenbach e gli italiani Mario De Maria, Guido Cadorin, Bortolo Sacchi, Alberto Martini, tra gli altri.

La rassegna riunisce quindi l’arte di un intero continente: dall’Italia alla Francia, dal mondo tedesco fino ai territori del profondo Nord e della Lituania, con dipinti che approdano per la prima volta nel nostro Paese.

 

La mostra osserverà i seguenti orari:
feriali 9.00-19.00
sabato e festivi 9.00-20.00
chiuso i lunedì non festivi

Per informazioni e prenotazioni, è possibile contattare il Call center di Palazzo Roverella via mail (info@palazzoroverella.com) o telefonicamente al numero 0425.460093 da lunedì a venerdì dalle 9.30 alle 18.30 e sabato dalle 9.30 alle 13.30.

Per scoprire il ricco programma di attività per le scuole, le famiglie e i singoli visitatori, le promozioni e le aperture seraliwww.palazzoroverella.com.