[VIDEO] Cerimonia di consegna delle borse di studio Intercultura

Grazie alle borse di studio della Fondazione Intercultura, sostenute per il settimo anno consecutivo con 104.000 euro dalla nostra Fondazione, 8 studenti padovani e rodigini (2 in più rispetto al 2014) delle scuole superiori trascorreranno il prossimo anno scolastico all’estero dove, ospitati da una famiglia del luogo, seguiranno le lezioni e impareranno a diventare cittadini del mondo:

  • Carolina Fini del “Paleocapa” di Rovigo (annuale in Olanda) 
  • Carlotta Gardan del “Marchesi Fusinato” di Padova (annuale in Belgio Fiammingo)
  • Tommaso Mantoan e Beatrice Regolo del “Tito Livio” di Padova (annuale in India e Argentina)
  • Alberto Moretto del “De Amicis” di Rovigo (annuale in Germania) 
  • Brigida Maria Putinato del “Cipriani” di Adria (annuale negli Stati Uniti) 
  • Maria Teresa Roccato del “Duca d’Aosta” di Padova (annuale in Cina)
  • Veronica Sguotti del “Pietro d’Abano” di Abano Terme (annuale in Indonesia)

GUARDA IL VIDEO

La nostra Fondazione crede fortemente nella formazione internazionale dei giovani, consapevole di come un’esperienza di vita e di studio all’estero aiuti non solo a migliorare la conoscenza delle lingue straniere e a sviluppare competenze pratiche, ma incentivi anche ad affrontare al meglio le sfide poste dalla scuola e dal mondo del lavoro, in particolare la sfida del dialogo interculturale.

Un impegno che si rinnova per il settimo anno consecutivo e che ha permesso, dal 2009 ad oggi, a 44 adolescenti delle province di Padova e Rovigo di fare un’esperienza internazionale che ha consentito loro di sviluppare quelle competenze che li aiuteranno nel percorso scolastico e professionale.

Ogni anno circa 1800 studenti italiani delle scuole superiori partono per un’esperienza di studio all’estero tramite l’Associazione Intercultura. Sono adolescenti di età compresa tra i 15 e i 17 anni che hanno deciso sempre più numerosi (nel 2000 erano circa 700) di intraprendere la strada del confronto interculturale con civiltà diverse dalla nostra, da cui trarre insegnamenti e una rinnovata consapevolezza della propria identità nazionale.

Le mete più gettonate? I Paesi asiatici e l’America latina.