I diritti umani sono un’esclusiva occidentale? Il sociologo tedesco Hans Joas a Segnavie

Sarà il sociologo tedesco HANS JOAS il protagonista dell’ultimo incontro della sesta edizione di Segnavie, ciclo di conferenze promosso e organizzato dalla nostra Fondazione.

Il 26 febbraio alle ore 18.00 nell’Auditorium dell’Orto Botanico a Padova (Prato della Valle, ingresso accanto al n° 56) il prof. Joas, intervistato dal filosofo PAOLO COSTA, rifletterà su un importante quesito: I diritti umani sono un’esclusiva occidentale?

INGRESSO GRATUITO CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Eventbrite - I DIRITTI UMANI SONO UN'ESCLUSIVA OCCIDENTALE?

 

L’abolizione della tortura in Europa (XVIII secolo) e della schiavitù negli Stati Uniti (XIX secolo) sono considerati due capitoli fondamentali nella storia dei diritti umani.

Spesso vengono citati come indicatori della supposta superiorità culturale del mondo occidentale, della tradizione giudaico-cristiana o di quella illuministica.

Ma perché la tortura e la schiavitù sono state considerate per lungo tempo legittime? Cosa ne è stato della tortura, nelle colonie europee, dopo la sua abolizione?

La conferenza intende mettere in luce la fragilità delle conquiste fatte lungo il cammino verso la “sacralizzazione della persona”.

INGRESSO GRATUITO CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Eventbrite - I DIRITTI UMANI SONO UN'ESCLUSIVA OCCIDENTALE?

 

Clicca l’immagine per sfogliare l’invito o clicca qui per scaricarlo.

Diritti Umani

Per ulteriori informazioni visita il sito www.segnavie.it

Clicca qui per leggere il comunicato stampa