Oltre 4.000 visitatori per i capolavori della Pinacoteca. E il 27 febbraio si inaugura “Al Primo Sguardo”

Sono stati oltre 4.000 (4.116 per l’esattezza) i visitatori che in pochi giorni hanno ammirato i capolavori della Pinacoteca dell’Accademia dei Concordi e del Seminario Vescovile di Rovigo, tornati nella loro sede di Palazzo Roverella. Le opere erano state infatti esposte durante l’estate e l’inizio autunno al Forte di Bard, in Val d’Aosta, dove in poco più di 4 mesi avevano attirato 26.300 visitatori.
Il brillante risultato di presenze registrato a Rovigo è stato ottenuto in poche settimane, dato che la Pinacoteca è stata riaperta il 20 novembre scorso e ha chiuso i battenti il 7 febbraio.

Da oggi la Pinacoteca è nuovamente chiusa perché sia negli ambienti di Palazzo Roverella sia nel dirimpettaio Palazzo Roncale stanno arrivando le circa duecento opere che rappresentano il fior fiore della imponente raccolta di pittura e scultura della nostra Fondazione, opere che si potranno ammirare a partire dal 27 febbraio nella grande, doppia mostra intitolata “Al Primo Sguardo”.

Clicca qui per leggere il comunicato stampa