Oggi a Parigi la consegna del Premio Unesco per la Pace

Si terrà il 27 giugno la cerimonia per la consegna del premio per la pace Félix Houphouët-Boigny dell’Unesco a Sos Méditerranée.

La giuria del Premio ha deciso di conferire il prestigioso riconoscimento a SOS Méditerranée, l’organizzazione non governativa europea per il salvataggio di persone in difficoltà in mare che, nel suo primo anno di attività di soccorso ha assistito più di 16.000 persone. L’organizzazione umanitaria ha voluto dedicare questo importante riconoscimento a coloro che hanno perso la vita in mare in cerca di rifugio e a coloro che sono stati salvati nel Mar Mediterraneo negli ultimo 20 anni.

“Un tributo alla memoria delle vittime del mare.”

La nostra Fondazione, insieme ad altre quattro (Cariplo, Compagnia di San Paolo, Con il Sud e Cariparma), attraverso l’iniziativa avviata da Acri “Emergenza Immigrazione” partecipa attivamente per far fronte al fenomeno migratorio, sostenendo le organizzazioni umanitarie impegnate negli interventi di soccorso. SOS Méditerranée è una delle associazioni che anche grazie all’importante sostegno economico (250mila euro nel 2016) delle Fondazioni svolge con successo i numerosi interventi di ricerca e soccorso delle persone disperse in mare.
Alla cerimonia di consegna del premio Unesco è presente il direttore generale di Acri, Giorgio Righetti.

IL RICONOSCIMENTO

Il Premio Félix Houphouët-Boigny è stato istituito nel 1989 come riconoscimento per le personalità, gli enti e le istituzioni che hanno contribuito significativamente alla promozione della pace ed è stato attribuito in passato a Nelson Mandela e Frederik W. De Klerk; Yitzhak Rabin, Shimon Peres e Yasser Arafat; Re Juan Carlos e Jimmy Carter.

Quest’anno la giuria ha voluto puntare i riflettori in particolare sul Mediterraneo, dove quasi 13.000 uomini, donne e bambini dal 2013 sono morti a causa di naufragi, lanciando un appello alla comunità internazionale perché sia un luogo di “solidarietà e dialogo interculturale” e smetta di essere “una tomba d’acqua”.