Gran finale (di stagione) per Musikè e (d’anno) per Segnavie

La rassegna Musikè chiude la stagione con due appuntamenti davvero speciali: sabato 23 a Padova e martedì 26 novembre a Rovigo. Sempre il 26 Segnavie ospiterà il mediatore ONU e fondatore degli studi sulla pace Johan Galtung. Te li raccontiamo qui.

Musikè | Il coro di voci bianche più famoso del mondo e un kolossal per chi ama la danza

Sabato 23 novembre alle 21 la Chiesa di S. Maria dei Servi di Padova vedrà protagonisti i Wiener Sängerknaben, il famoso coro di voci bianche di Vienna. Trentacinque coristi tra i 9 e i 14 anni di età faranno risuonare le loro voci tra le navate della chiesa.

Il coro ha una storia secolare: dal 1498, tutte le domeniche, accompagnato da membri dell’Orchestra Filarmonica di Vienna e del Coro dell’Opera di Stato, partecipa alla Messa cantata nella Cappella Imperiale. Il vasto repertorio dei Wiener Sängerknaben varia dal barocco al contemporaneo, dai canti popolari alla musica etnica.

Voglio partecipare

A chiudere l’ottava edizione di Musikè sarà invece un kolossal che porterà sul palco un tema estremamente attuale: la paura ancestrale dello Straniero. La compagnia del coreografo francese di origine algerina Hervé Koubi indagherà le origini della cultura mediterranea martedì 26 novembre alle 21 al Teatro Sociale di Rovigo. 

Les nuits barbares è uno spettacolo che unisce la suggestione ipnotica della parata da guerra e la precisione di un balletto classico. I danzatori vorticano come dervisci rievocando l’energia di quel crocevia di popoli e culture che chiamiamo Mediterraneo.

Gli elementi si mescolano, dal punto di vista stilistico, con il linguaggio della breakdance e dell’hip hop e il suono della musica sacra di Mozart e Fauré si miscela con melodie tradizionali algerine in un mix di spiritualità e sensualità.

Voglio partecipare

Segnavie | Come “trasformare” i conflitti

Esiste una chiave per riscoprire il valore del dialogo e trasformare i conflitti in opportunità creative? Il 26 novembre all’Auditorium dell’Orto Botanico avremo in collegamento dalla Spagna un ospite internazionale: Johan Galtung, mediatore ONU, tra i fondatori degli studi sulla pace e vincitore del Right Livelihood Award, conosciuto anche come “Premio Nobel per la Pace Alternativo”.

Il professor Galtung presenterà il metodo TRANSCEND, da lui ideato. Un metodo per affrontare differenti situazioni conflittuali – da quelle interpersonali a quelle internazionali – in modo non violento e creativo. Risolvere un conflitto infatti non significa eliminarlo ma “trascenderlo”, trasformando le reciproche rigidità in opportunità e aprendo nuove prospettive.

Registrami

Ti aspettiamo!