Le Fondazioni insieme per Venezia

La Fondazione risponde alla chiamata di Venezia: 400.000 euro per il recupero del patrimonio artistico danneggiato dall’acqua alta.

A novembre l’acqua alta a Venezia ha provocato danni incalcolabili, la cui ultima stima sembra essere di un miliardo di euro. L’acqua ha raggiunto il picco di 187 centimetri, avvicinandosi al più alto mai registrato: 194 centimetri, durante l’alluvione del 1966. La calamità ha colpito case, chiese, musei, negozi di abbigliamento, ristoranti. Senza fare distinzioni.

Alcuni beni, però, sono più difficili da salvare di altri. Per questo motivo sosterremo con un contributo di 400.000 euro il restauro e il recupero del patrimonio culturale, aderendo all’iniziativa della Fondazione di Venezia, che ha attivato un fondo aperto a contributi di ACRI (Associazione Fondazioni e Casse di Risparmio), delle Fondazioni di origine bancaria, di enti e organi istituzionali.

Aderisci al fondo

Dopo che una Commissione Tecnica di alto profilo culturale e istituzionale – nominata dalla Fondazione di Venezia – avrà svolto le prime valutazioni e stilato un elenco di possibili interventi, la nostra Fondazione sceglierà quelli a cui destinare il contributo.

Davanti ad una tale calamità che ha minacciato il nostro patrimonio culturale comune non si può voltare la testa, bisogna agire. Non possiamo permettere che il mondo sia privato delle bellezze di Venezia.

– Gilberto Muraro, Presidente Fondazione Cariparo