Raccontare la migrazione: un’altra narrativa è possibile

Le Fondazioni promotrici dell’iniziativa Never Alone, insieme a Social Change Initiative, mettono in campo un kit di strumenti che mira a sostenere l’inclusione dei migranti favorendo il superamento delle narrazioni divisive.

Al 1° gennaio 2018, l’incidenza degli stranieri in Italia era dell’8,5%.

Contrariamente a quanto affermano alcune narrazioni distorte circolanti nell’opinione pubblica, l’Italia occupa il quattordicesimo posto nella graduatoria dei Paesi Ue. Preceduta dalla Germania (11,7%), dalla Spagna (9,8%) e dal Regno Unito (9,5%).

La Francia (7,0%) presenta un valore inferiore a quello italiano. Lì tuttavia la storia dell’immigrazione ha radici più antiche e di conseguenza una quota più rilevante di residenti, originariamente cittadini stranieri, ha acquisito la cittadinanza francese.

Superare le narrazioni divisive

Le nove Fondazioni promotrici del progetto Never Alone, per un domani possibile, tra cui la nostra, hanno scelto di intervenire con un programma integrato per favorire l’inclusione e l’autonomia dei minori e dei giovani migranti arrivati soli nel nostro Paese.

Tra le azioni prioritarie promosse in questa direzione, sosterranno azioni volte a supportare i soggetti della rete Never Alone e le realtà sostenute dalle singole fondazioni nel cambiamento della narrazione sulla migrazione. Per favorire l’inserimento sociale dei minori stranieri/giovani adulti e favorire la costruzione di società più inclusive.

Occuparsi del fenomeno migratorio in modo inclusivo, concreto ed equilibrato significa, innanzitutto, superare le narrazioni divisive.

Per questo, insieme a Social Change Initiative, è stata messa a punto una proposta concreta per riformulare la discussione, mettendo a disposizione delle associazioni italiane il kit di strumenti già realizzato e testato in inglese e tedesco dall’International Center for Policy Advocacy (ICPA), grazie al progetto Reframe the debate.

Un kit per cambiare l’immaginario sociale

Una cassetta degli attrezzi composta da un video, 12 schede sintetiche e dalla piattaforma informativa www.narrativechange.org/it, contenente anche le Linee Guida per supportare il lavoro di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sui temi legati alla migrazione.

Uno strumento trasversale per lavorare sull’immaginario e sulle percezioni della migrazione.

Un insieme di strumenti che può contribuire a modificare il dibattito e a stimolare un cambiamento sociale, offrendo una cassetta degli attrezzi per intervenire con più consapevolezza in una contesto sociale che appare sempre più pessimista, spaventato e polarizzato.