Giotto a Padova: al via il restauro degli affreschi in Basilica del Santo

In Basilica del Santo entra nel vivo il restauro dell’arco di ingresso della Cappella di Santa Caterina. Un’altra splendida testimonianza dell’arte di Giotto a Padova.

Sono iniziati i lavori di restauro del sottarco di ingresso della Cappella di Santa Caterina, conosciuta anche come Cappella delle Benedizioni, che vanta la presenza di alcuni affreschi attribuiti a Giotto nel corso del Novecento.

Un lungo e complesso intervento di salvaguardia e di studio di un’opera di grande importanza per la storia dell’arte italiana.

E per l’opera di Giotto, maestro indiscusso del Trecento, che a Padova può vantare un’altra importante testimonianza, oltre a quella – universalmente nota – custodita all’interno della Cappella degli Scrovegni.

Un restauro delicato

Il lavoro si preannuncia estremamente delicato, a causa del pessimo stato di conservazione delle pitture originali, messo in evidenza dal sisma che nel 2012 ha colpito l’Emilia-Romagna, facendo cadere una parte d’intonaco.

Le pitture di Giotto, già assai rovinate ai primi del Novecento, sono state reintegrate e ridipinte. Oggi la superficie pittorica si presenta in più punti sfaldata e parzialmente distaccata, con pericolo di caduta di porzioni di intonaco dipinto.

Il restauro vedrà nella prima fase una serie di analisi non invasive, eseguite dal Centro Interdipartimentale di ricerca per i beni storici e artistici dell’Università di Padova.

Le analisi daranno indicazioni sulle migliori modalità di intervento per il consolidamento e il recupero delle superfici decorate dal grande Maestro fiorentino.

Il restauro è promosso dall’Ente Basilica Sant’Antonio di Padova, in sinergia con il l’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova, l’Università di Padova e la nostra Fondazione, che sostiene l’intervento con un contributo di 160.000 euro.

La Basilica del Santo costituisce con la sua storia, i suoi capolavori e le sue reliquie, uno dei monumenti che contraddistingue Padova nel mondo e per il quale la Fondazione ha sostenuto in passato importanti interventi di restauro.

Gilberto Muraro – Presidente Fondazione Cariparo

“Non poteva mancare quindi – prosegue il Presidente Muraro – il contributo a questo prezioso lavoro di restauro degli affreschi giotteschi della Cappella delle Benedizioni, che aggiunge un importante tassello nel percorso di candidatura di Padova Urbs Picta”.

Proprio i cicli pittorici trecenteschi, e l’opera di Giotto in particolare, costituiscono il cuore della candidatura di Padova Urbs Picta a patrimonio Unesco, che ambisce a collocare gli affreschi giotteschi fra le più importanti testimonianze della storia della civiltà umana.