Un murales per raccontare le Fondazioni e festeggiare la comunità

Un grande murales di Shife e dei bambini delle scuole “Muratori” e “Spes” per ricordare, in occasione della nona Giornata Europea delle Fondazioni celebrata il 1° ottobre, l’impegno delle Fondazioni a sostegno della comunità. 

Il 1° ottobre abbiamo festeggiato la Giornata Europea delle Fondazioni.

Lo abbiamo fatto con Non sono un murales – Segni di comunità, un evento promosso da Acri, l’associazione che riunisce le fondazioni di origine bancaria italiane, che ha scelto quest’anno di caratterizzare questa giornata per noi speciale con un evento diffuso in 120 luoghi d’Italia, in cui le diverse comunità sono state coinvolte nella realizzazione di un’opera d’arte corale.

Lo scopo è stato quello di ricordare come le fondazioni, nel compiere la propria missione, attivino le comunità con percorsi di partecipazione e di solidarietà, prendendosi cura del territorio, dei giovani e dei soggetti più fragili.

L’arte e il coinvolgimento della comunità sono stati quindi il leit motiv dell’evento, per il quale la Fondazione ha scelto la creatività dello street artist padovano Shife. C’è la sua firma infatti nell’opera realizzata sulla parete della SPES, in via Tiepolo a Padova, dove è stato inaugurato l’asilo nido “Milla Baldo Ceolin”, realizzato con il nostro contributo.

Per completare l’opera, sono stati coinvolti anche i bambini della classe terza della Scuola Primaria Muratori di Padova e delle classi quinte della Scuola Primaria Montessori – SPES, che nei giorni precedenti avevano partecipato a un laboratorio di Street Art con l’artista, divertendosi a imparare a colorare.

Tutti insieme hanno dato una mano a Shife in diretta, completando, con i loro disegni di farfalle, il murales.

Molto più di un murales

Nel murales Shife ha reinterpretato in chiave personale uno stencil creato per l’occasione dallo street artist LDB.
L’opera, che richiama Padova e l’Europa, raffigura un semplice gesto quotidiano. Un adulto (che qui rappresenta la comunità e la Fondazione) che aiuta un bambino (una persona che sta crescendo e che inizia un nuovo percorso) ad allacciarsi le scarpe per (ri)partire aprendosi al mondo. Sullo sfondo ci sono: la Padova, così come già il pittore padovano Fulvio Pendini l’aveva disegnata, con le sue alte torri, e un lungo ponte che unisce le diverse realtà geografiche e sociali.

Quest’opera rappresenta in sintesi i valori e la visione che ispirano l’attività delle fondazioni: la Comunità, i Giovani, la Cultura, l’Europa.

Gilberto Muraro, Presidente Fondazione Cariparo

Una giornata speciale

La Giornata europea delle fondazioni, che si tiene ogni anno il 1° ottobre, è un’iniziativa lanciata nel 2013 da DAFNE (Donors and Foundations Networks in Europe), l’organizzazione che riunisce 30 associazioni nazionali di fondazioni di tutto il continente, a cui in Italia aderiscono Acri, che associa le Fondazioni di origine bancaria, e Assifero, l’associazione che riunisce le Fondazioni d’impresa, di famiglia e di comunità.

La nostra GEF, in 60 secondi