Qui si gioca il futuro del nostro pianeta

L’esperienza del primo Forum Mondiale dei Giovani MAB Unesco.

Sono 300, hanno dai 18 ai 35 anni e provengono da oltre 90 paesi di tutto il mondo in rappresentanza delle 669 riserve della biosfera del programma MAB (Man And Biosphere). Si sono confrontati in questi giorni sui temi dello sviluppo sostenibile e dopo incontri, dibattiti, visite e sopralluoghi porteranno i risultati all’attenzione del Forum mondiale Unesco di Parigi previsto per fine ottobre.

Sono i ragazzi protagonisti del primo Forum Mondiale dei Giovani MAB, ospitato nella Riserva della Biosfera Delta del Po dal 18 al 23 settembre 2017. A ognuno di loro, con la propria esperienza, entusiasmo e aspettative, è stata affidata l’ambiziosa opportunità di riscrivere le regole per salvaguardare il futuro del nostro territorio e dell’intero pianeta.

“Nel continuo processo di adattamento, l’uomo sembra aver dimenticato i limiti entro i quali rispettare la natura.”

Eventi sempre più catastrofici destabilizzano l’equilibrio mondiale: è il modo in cui la natura ci fa sentire la sua voce. Il forum ha voluto riunire le generazioni future per definire sfide e obiettivi verso uno sviluppo sostenibile in sintonia con la natura. È stata un’occasione unica per incontrare, discutere e condividere la propria visione e il proprio impegno.

Il Forum si è concentrato su tre aree tematiche:

  • il contributo dei giovani alla vita delle Riserve della Biosfera;
  • studi e ricerche per lo sviluppo sostenibile delle Riserve della Biosfera;
  • un futuro sostenibile per i giovani delle Riserve della Biosfera.

I giovani partecipanti hanno dimostrato di avere le idee chiare: vogliono più spazio e cooperazione nella ricerca e nelle opportunità occupazionali e  hanno evidenziato la necessità di arrivare a un modello di sviluppo in grado di assicurare il soddisfacimento dei bisogni della generazione presente senza togliere alle generazioni future la possibilità di realizzare i propri. Attendiamo con curiosità di leggere i materiali del forum per conoscere tutte le conclusioni a cui sono arrivati.

“Il futuro è trovare nuove soluzioni finalizzate a recuperare, rispettare e valorizzare l’ambiente.”

Ma che cos’è lo sviluppo sostenibile? È un processo finalizzato al raggiungimento di obiettivi di miglioramento ambientale, economico, sociale ed istituzionale, sia a livello locale che globale. Questo processo impone di soddisfare i bisogni fondamentali di tutti e di estendere a tutti la possibilità di aspirare a una vita migliore; impone la tutela e la valorizzazione delle risorse naturali. Un ideale incompatibile con il degrado del patrimonio e delle risorse naturali, ma anche con la violazione della dignità e della libertà umana, con la povertà e il declino economico, con il mancato riconoscimento dei diritti e delle pari opportunità.

Qui si gioca il futuro del nostro pianeta, diamo ai nostri giovani la possibilità di riscrivere le regole del gioco, a noi invece il compito di rispettarle e farle proprie.

“Viviamo in un territorio di una bellezza incredibile, di cui purtroppo non siamo sufficientemente consapevoli.”

IL PROGRAMMA UOMO E BIOSFERA

Man and the Biosphere Programme (MAB) nasce nel 1971 nel corso della 16° Conferenza Generale UNESCO come programma intergovernativo volto a fornire basi scientifiche alle azioni di impulso all’uso sostenibile e razionale, oltre che alla conservazione, delle risorse della cosiddetta “biosfera”, incoraggiando, allo stesso tempo, formule equilibrate di gestione nel rapporto uomo/ambiente a livello globale. Tra le sue finalità rientrano, in particolare: la promozione della cooperazione scientifica, la ricerca interdisciplinare per la tutela delle risorse naturali, la gestione degli ecosistemi naturali e urbani, l’istituzione di parchi, riserve ed aree naturali protette.