Bando Nuove Generazioni: scopri come partecipare!

Un bando da 60 milioni di euro per contrastare la povertà educativa minorile grazie a un Fondo Nazionale, a cui aderisce anche la nostra Fondazione, per sostenere i progetti volti a contrastare l’altra faccia della povertà economica: quella educativa.

Che cos’è la povertà educativa?

Il livello di inclusione sociale nel nostro Paese continua drammaticamente ad abbassarsi. Anche nel 2017 l’Italia ha perso terreno scendendo in 21° posizione su scala mondiale. Uno degli aspetti che maggiormente influisce su questa situazione è la povertà educativa.

La povertà minorile non è legata soltanto alle cattive condizioni economiche, ma è anche povertà di relazioni, isolamento, cattiva alimentazione e scarsa cura della salute, carenza di servizi, di opportunità educative e di apprendimento non formale.

Il Fondo per il Contrasto della Povertà Educativa Minorile

Per contrastare questo fenomeno dentro e fuori la scuola, l’impresa sociale Con i Bambini, grazie a un Fondo Nazionale a cui aderisce anche la nostra Fondazionemette a disposizione degli enti del terzo settore e del mondo della scuola 60 milioni di euro da utilizzare per mettere in campo progetti di contrasto alla povertà educativa rivolti a minori di età compresa tra i 5 e i 14 anni.

Una fascia d’età dai bisogni molto differenziati, bambini che appartengono alla “prima infanzia” e preadolescenti che frequentano la scuola primaria e secondaria di primo grado, in cui la dispersione scolastica può rappresentare una delle principali dimensioni della povertà educativa.

Il Bando Nuove Generazioni: un percorso in tre tappe per imparare a progettare

Rispetto ai precedenti bandi Prima Infanzia (0-6 anni) e Adolescenza (11-17 anni), la nuova iniziativa prevede la presentazione online dei progetti, entro e non oltre il 9 febbraio 2018. La logica che il nuovo bando promuove è quella di Welfare Comunitario, con la costruzione di un sistema di collaborazioni e condivisioni, aperto a soggetti di natura pubblica e privata e, soprattutto, rivolto ai bambini e alle loro famiglie, pensando a loro non solo come destinatari dei servizi, ma come protagonisti e attori attivi delle iniziative programmate e realizzate.

Le proposte devono essere presentate da partnership costituite da almeno tre soggetti di cui almeno un ente del Terzo Settore, un Istituto scolastico e un ente incaricato della valutazione di impatto, che assumano un ruolo attivo nella coprogettazione e nell’implementazione del progetto.

Vai alla scheda del Bando

 

Per aiutare i partecipanti al Bando a progettare al meglio gli interventi, insieme con Fondazione Zancan, abbiamo messo a punto un percorso di attività che accompagnerà i candidati verso un’ottimale progettazione e presentazione della domanda.

Il sostegno alla progettazione si articolerà in tre attività:

  • attività di grouping per la costruzione di partenariati su idee innovative coerenti con il bando;
  • laboratori per la predisposizione dei progetti;
  • tutoraggio individualizzato per la presentazione dei progetti.

1. Attività di grouping per la costruzione dei partenariati su idee innovative coerenti con il bando

L’obiettivo di questa prima azione è quella di individuare idee innovative su cui costruire partenariati, individuare soggetti idonei alla partecipazione al bando, comporre collaborazioni rappresentative delle forze di responsabilità diffuse verso le giovani generazioni. Quattro laboratori tra Padova e Rovigo per sviluppare idee strutturate su target specifici e definire obiettivi, azioni e collaborazioni tra diversi attori.

Date laboratori 2017 (orario: 9.30-13.00)

  • 1° laboratorio: Padova 2 novembre – Rovigo 3 novembre
  • 2° laboratorio: Padova 13 novembre – Rovigo 14 novembre
  • 3° laboratorio: Padova 20 novembre – Rovigo 21 novembre
  • 4° laboratorio: Padova 30 novembre – Rovigo 1 dicembre

Sedi prima fase:

  1. Padova – Sala Conferenze, Palazzo Monte di Pietà, piazza Duomo, 15
  2. Rovigo – Sala Stucchi, Palazzo Cezza, piazza Vittorio Emanuele II, 47
2. Predisposizione progetti

In questa seconda fase verranno forniti gli orientamenti e i criteri comuni per la predisposizione dei progetti in modo coerente con quanto previsto dal Bando e la proposta di metodi e strumenti per facilitare l’elaborazione e rafforzare l’aggregazione territoriale degli enti interessati.

Date laboratori 2017:

  • 1° laboratorio: Padova 4 dicembre – Rovigo 14 dicembre
  • 2° laboratorio: Padova 11 dicembre – Rovigo 15 dicembre
3. Tutoraggio individualizzato per la presentazione dei progetti

In questa fase i partenariati che intendono completare il percorso di presentazione del progetto avranno a disposizione un tutoraggio individuale nel quale verranno fornite indicazioni di merito ai contenuti per lo sviluppo ed il perfezionamento del progetto.