Tre interventi (tra cui un bando) per riaprire i Centri Estivi

Sono stati duramente colpiti dall’emergenza Coronavirus e la loro chiusura aumenterebbe il rischio di esclusione educativa di bambini e ragazzi, già impossibilitati a frequentare la scuola e a svolgere attività sportive. Ecco perché la nostra Fondazione ha messo a disposizione 800.000 euro per la riapertura dei Centri Estivi nelle province di Padova e Rovigo.

800.000 euro e tre azioni di intervento per favorire la ripresa delle attività ludiche, didattiche ed educative rivolte a bambini e ragazzi. Per far fronte all’emergenza sociale dovuta alla chiusura anticipata delle scuole e delle attività ludico-sportive.

Un’emergenza che ha generato una vera e propria crisi educativa e sociale, coinvolgendo moltissimi bambini e ragazzi.

Un bando per organizzare i Centri Estivi

La Fondazione mette a disposizione 250.000 euro, che le organizzazioni non profit delle province di Padova e Rovigo con almeno tre anni di esperienza nella gestione di centri estivi potranno usare per organizzare attività rivolte a bambini e ragazzi dai 6 anni in su.

Con questo contributo sosterremo attività ludiche, ricreative e pedagogiche che stimolino la condivisione e sviluppino le competenze sociali. Senza tralasciare l’acquisto di materiale didattico, di attrezzature e materiali per la sanificazione degli ambienti e degli spazi e per lo svolgimento di attività all’aperto.

Le domande potranno essere inviate fino al 31 luglio 2020 tramite l’apposito portale online e saranno valutate entro 15 giorni dalla loro presentazione. Per ogni progetto ritenuto ammissibile verrà riconosciuto l’importo di massimo 10.000 euro (fino ad esaurimento del plafond).

Partecipa al Bando

Attività per bambini da 0 a 5 anni

Un’altra importante misura riguarda il sostegno dei centri estivi rivolti ai bambini e ai ragazzi gestiti dalla Federazione Italiana Scuole Materne delle province di Padova e Rovigo e dalle Diocesi di Padova, Adria-Rovigo e Chioggia.

Con un contributo di 250.000 euro, la Federazione potrà attivare 125 centri estivi nei mesi di giugno e luglio 2020 e ospitare circa 4.000 bambini di età compresa tra 0 e 5 anni, che prevedono anche supporto socio-psico-pedagogico per loro e per le loro famiglie e il sostegno alle attività di sanificazione straordinaria secondo le norme anti-Covid 19.

Attività per bambini e ragazzi da 6 a 14 anni

Alle Diocesi di Padova, Adria-Rovigo e Chioggia la nostra Fondazione ha destinato complessivamente 300.000 euro per attivare  circa 100 centri estivi nei mesi di giugno, luglio e settembre, rivolti alla fascia 6-14 anni.

Il contributo servirà per sostenere le attività ludiche e ricreative tipiche dei Centri Estivi, per realizzare attività di studio funzionali al recupero scolastico, coprire le spese di collaborazione di educatori professionali e i costi di messa in sicurezza delle diverse attività.