Il 28 marzo tornano a Padova le conferenze di Segnavie

Sabato 28 marzo alle ore 10, al Centro Congressi “A. Luciani” a Padova, tornano le conferenze di Segnavie. Orientarsi nel mondo che cambia.

Scattare una fotografia del mondo del lavoro per i giovani, mettendo in luce i numerosi punti critici ma anche le molte opportunità che l’attuale congiuntura offre. È questo il compito che abbiamo dato a un gruppo di studiosi e di imprenditori della new e old economy, che si confronteranno nel primo appuntamento di Segnavie 2015.

Il tema del lavoro in Italia è un tema complesso, che può essere esaminato da molte prospettive. Una delle più problematiche è senza dubbio quella della disoccupazione giovanile. Il rischio reale che oggi corre l’Europa – e l’Italia in particolare – è quello di perdere un’intera generazione.

Nel nostro Paese, oltre un giovane su quattro sotto i 30 anni è disoccupato e la percentuale supera il 40% se consideriamo i giovani sotto i 25 anni. Questa emergenza nazionale risulta ancora più grave se si considerano 1,6 milioni di giovani inattivi, ovvero giovani che ufficialmente non compaiono più nelle statistiche di chi cerca un impiego perché ormai hanno smesso di cercarlo.

Riflettendo su questi temi, l’incontro allargherà l’orizzonte anche alla galassia delle imprese sociali e delle  imprese cooperative italiane ed europee che, seppur spesso poco considerate, per la loro dinamicità hanno un ruolo importante nel mercato del lavoro.

PROGRAMMA

ROMANO BENINI
Direttore del master in Management dei servizi per il lavoro Link Campus University Roma
Relazione introduttiva

CARLO BORZAGA
Docente ordinario Università di Trento
Presidente di Euricse – European Research Institute on Cooperative and Social Enterprises
L’impresa sociale

Tavola rotonda

CASE HISTORIES
Imprenditori della newold economy a confronto

Modera Marco Alfieri
Giornalista economico e scrittore

Ingresso gratuito con registrazione obbligatoria.

Eventbrite - GIOVANI E LAVORO: LUCI E OMBRE

Scopri il programma completo di Segnavie su www.segnavie.it!

Clicca qui per leggere il comunicato stampa