Radiant: in mostra a Rovigo l’euromanga che ha conquistato il Giappone

Soffiano venti nuovi a Rovigo. Vengono da lontano e sono decisi a restare. Dopo Giapponismo le suggestioni orientali arrivano anche a Palazzo Roncale. Il 15 ottobre abbiamo inaugurato Radiant: una mostra dedicata al famoso manga europeo.

 

Una razza di creature mostruose cadute dal cielo chiamata Nemesis minaccia l’umanità.

Seth, un giovane stregone dotato di incredibili poteri magici, dopo aver sconfitto il suo primo mostro decide di votare la propria esistenza alla ricerca di Radiant, il leggendario nido da cui si dice provengano tutti i Nemesis.

Palazzo Roverella ti affascinerà con l’influenza del Giappone sulla grande arte europea dell’800. Mentre a Palazzo Roncale ascolterai la storia di un’altra “invasione” che, un secolo dopo, ha conquistato il Vecchio Continente.

Stiamo parlando di “Radiant. Venti d’Oriente nel manga europeo”, che ha inaugurato il 15 ottobre a Palazzo Roncale. Con un tema “eccentrico” rispetto alla tradizionale programmazione del Palazzo: i manga e gli anime che hanno dato vita a una contaminazione di idee e stili provenienti da oriente e occidente.

L’autore di Radiant è il francese Tony Valente che mette in scena un mondo immaginifico e colorato, giocoso e coinvolgente, tentando di esorcizzare paure ataviche che affondano le radici nel folklore europeo.

Uno sguardo al Giappone, ma con i piedi in Europa

Radiant racconta una caccia alle streghe e i suoi protagonisti sono dei “diversi”: maghi che vengono messi ai margini a causa di alcune loro particolarità fisiche e caratteriali. Queste persone, devianti rispetto alla norma, vengono escluse dalla popolazione. Eppure sono i soli che hanno la capacità di affrontare i mostri.

Tollerati nel migliore dei casi, controllati e cacciati dall’Inquisizione nel peggiore.

Le ambientazioni e il contesto sono totalmente europee, ma il disegno è innervato di influenze stilistiche proprie del paese del Sol Levante. Il punto di partenza infatti resta il manga. Radiant non cerca di rivoluzionare un genere, ma di rendergli omaggio.

Anche prima che il manga diventasse qualcosa di davvero seguito in Francia c’erano già tanti autori influenzati immensamente dalla cultura giapponese, semplicemente io sono uno di loro.

– Tony Valente

Radiant è infatti un’ avventura iniziatica costruita per ambientazioni e sfide progressive e ricca di figure frutto di un’originale rielaborazione di riferimenti tanto nipponici quanto europei: catastrofi naturali, mutazioni biologiche, medievalismi sono incursioni europee in un mondo orientale. Questa intersezione crea effetti stranianti che ne spiegano il successo.

Per la prima volta in Italia un percorso intorno al manga europeo

Questa mostra rappresenta una scommessa. Dare dignità artistica ad un pezzo di cultura pop che in Italia non è ancora abbastanza riconosciuta.

Le tavole originali, gli schizzi, gli studi di colore e le illustrazioni di Valente presenti in mostra offrono allo sguardo una morbidezza della linea tipicamente europea, pur facendo trasparire nel design alcuni grandi modelli giapponesi come Dragon Ball, Hunter X Hunter o Bleach.

Proprio questo equilibrio tra Oriente e Occidente è valso a Radiant diversi premi come migliore opera occidentale in “stile manga”, fra cui il premio Daruma al festival Japan Expo 2016 come miglior manga internazionale.

La fortuna di Radiant, prodotto a partire dal 2013 in Francia dall’editore Ankama e pubblicato in Italia da J-Pop Manga, ha conquistato molti primati. Rappresenta infatti il primo manga francese ad essere stato pubblicato anche in Giappone e,  soprattutto, il primo manga francese adattato in una serie in animazione per la tv giapponese.

Seth riuscirà alla fine a trovare la tana delle mostruose creature e a sconfiggerle? Per scoprirlo vi aspettiamo a Palazzo Roncale.

Scopri la mostra