Torna il Premio Angelo Ferro per l’innovazione nell’economia sociale

20.000 euro per premiare le organizzazioni del Terzo Settore che più hanno contribuito allo sviluppo dell’economia sociale, introducendo servizi o adottando processi innovativi. Torna il premio dedicato al filantropo padovano Angelo Ferro. Scopri come partecipare.

L’economia sociale, nella definizione che ne dà il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, accoglie le attività senza scopo di lucro e di utilità sociale realizzate dalle organizzazioni del Terzo Settore, il cui agire è mosso da principi quali la reciprocità e la democrazia.

L’obiettivo principale dell’economia sociale è duplice: garantire la libertà di mercato favorendo, nel contempo, la giustizia sociale.

L’economia sociale comprende tutte quelle soluzioni che intercettano bisogni sociali e attivano risposte originali.

In quest’ambito, il Prof. Angelo Ferro è stato un importante imprenditore, docente e filantropo padovano, scomparso il 13 marzo 2016. Ha ricoperto numerose cariche associative e ha promosso molte attività di interesse generale in campo sportivo, culturale e assistenziale.

Nell’ultimo periodo della sua vita è stato Presidente dell’OIC – Opera Immacolata Concezione, un’organizzazione di assistenza agli anziani le cui attività sono volte a trasformare l’anziano da problema a risorsa sociale. Angelo Ferro è stato anche un apprezzato Consigliere di Amministrazione di Intesa Sanpaolo e della Cassa di Risparmio del Veneto.

Il Premio Angelo Ferro

Per ricordarlo la nostra Fondazione e la Fondazione Emanuela Zancan, con il sostegno di Intesa Sanpaolo, assegneranno un premio di 20.000 euro agli enti che hanno contribuito allo sviluppo dell’economia sociale, introducendo servizi o processi innovativi.

La realtà vincitrice riceverà un premio di 10.000 euro, mentre gli altri 4 finalisti riceveranno un premio di 2.500 euro ciascuno.

Che cos’è l’innovazione sociale?

Secondo l’OCSE possiamo parlare di innovazione quando siamo in presenza di soluzioni:

  • capaci di intercettare nuovi bisogni sociali;
  • che attivano risposte originali per tipo di intervento (prodotto o processo);
  • che attivano risposte originali per soggetti coinvolti e collaborazioni attivate.

I risultati dell’innovazione possono caratterizzarsi in:

  • miglioramento e ripensamento di servizi, processi e modelli per rispondere in modo più efficace ed efficiente ai bisogni sociali;
  • riduzione della frammentazione (istituzionale e territoriale) e ricomposizione di interventi e risorse;
  • superamento dell’appiattimento dei servizi sulle prestazioni attraverso l’attivazione di risposte flessibili, personalizzate e multidimensionali;
  • attivazione di nuove forme di socialità e mutualità;
  • migliore prevenzione del disagio sociale;
  • maggiore inclusione sociale;
  • attivazione di nuove forme di restituzione alla comunità dei benefici ottenuti.

Come partecipare

Il Premio è aperto a tutti gli enti del Terzo Settore, incluse le imprese sociali, che abbiano la sede legale in Italia.

I soggetti intenzionati a partecipare dovranno compilare l’apposito modulo online entro il 16 marzo 2020.

La cerimonia di premiazione si svolgerà nel pomeriggio di giovedì 4 giugno 2020, presso l’Aula Magna dell’Università di Padova.

Per informazioni è possibile telefonare al numero 049 663800 – lunedì, mercoledì e giovedì dalle 14.00 alle 17.00 – o inviare un’email a premioinnovazione@fondazionezancan.it (Segreteria tecnica: Fondazione Emanuela Zancan, Centro di studi e ricerca sociale).

Voglio partecipare