Ultimi giorni di Incontro e Abbraccio nella Scultura del Novecento

Ultimi giorni per visitare la mostra Incontro e Abbraccio nella Scultura del Novecento da Rodin a Mitoraj, ospitata a Palazzo del Monte a Padova. Hai tempo fino al 9 febbraio per vedere le opere dei grandi maestri all’interno di una mostra originale.

 

Il successo registrato dalla mostra a cura di Maria Beatrice Autizi e Alfonso Pluchinotta ha superato ogni pronostico. Hai ancora pochi giorni per vedere le 120 sculture in mostra che comprendono i capolavori di Auguste Rodin, Arturo Martini, Marcel Duchamp , Salvador Dalì e molti altri.

La mostra a Palazzo del Monte di Pietà a Padova (Piazza Duomo 14) racconta gli abbracci, le carezze, gli incontri e i contatti tra gli esseri umani, esprimendo un messaggio di apertura e una visione positiva della relazione umana, attraverso il linguaggio della scultura.

Questa esposizione dalla forte attualità sociale, arricchita da un ciclo di conferenze e incontri, ha saputo affascinare padovani e non. I grandi nomi presenti in mostra sono stati infatti in grado di attirare visitatori da tutta Italia.

Forme armoniche, di una compostezza classica, ma anche torsioni e storture che richiamano tonalità espressionistiche si affastellano per raccontare le storie dell’incontro dell’uomo con i suoi simili.

Una mostra diversa con uno scopo sociale.

L’esposizione, promossa dalla Fondazione Salus Pueri, mira a stimolare la riflessione e a sollecitare l’osservatore ad assumere uno sguardo più attento e sensibile nei confronti delle componenti affettive dell’esistenza. L’ingresso è a offerta libera e il ricavato sarà devoluto alla Fondazione Salus Pueri.

Il progetto è sostenuto dalla nostra Fondazione e dall’Università degli Studi di Padova, con il patrocinio della Commissione Europea, della Regione Veneto, della Provincia e del Comune di Padova.  

L’arte plastica esalta la complessità dei volumi e richiama l’attenzione sul dettaglio. Questa originale esperienza di sensibilizzazione è incentivata dalla possibilità data ai visitatori di rigirare e toccare alcune delle opere in mostra.

Il visitatore è invitato così a soffermarsi davanti alle opere d’arte con uno sguardo partecipe, che non sempre la bidimensionalità è in grado di suscitare.

La mostra chiuderà il 9 febbraio.

Sei ancora in tempo!