#raccontacilatuastoria – L’Associazione Ottavo Giorno

L’Associazione Ottavo Giorno di Padova promuove e realizza l’inclusione della diversità attraverso attività artistiche di danza e teatro. L’emergenza Coronavirus li ha allontanati, ma questo non ha fermato Marina e Anna, le conduttrici dei laboratori, che con i loro Assaggi di danza domestica sono riuscite ad allenarsi insieme nonostante la distanza.

Una vera e propria espressione artistica e creativa dove i corpi comunicano sfruttando tutti i sensi in modo libero ed intenso, senza paura né vergogna. Ma soprattutto la possibilità di rendere accessibile il linguaggio della danza a tutte le persone, senza preclusioni di età, di esperienza o di condizione fisica e mentale.

Il piacere di muoversi e di ballare in modo spontaneo, improvvisato e inclusivo.

Stiamo parlando della DanceAbillity, una moderna tecnica di danza che si rivolge a tutti e permette alle persone con e senza disabilità, di incontrarsi e danzare insieme.

L’Ottavo Giorno

Alla base della DanceAbility c’è un pensiero guida molto semplice: tutte le persone possono danzare. E a Padova, ad offrire questa possibilità, c’è un progetto permanente che oggi rappresenta ormai un punto di riferimento locale e nazionale per questo tipo di danza: l’ASD Ottavo Giorno Onlus. Un progetto, sostenuto dalla nostra Fondazione, che dal 1997, attraverso la danza ed il teatro, promuove e realizza l’inclusione della diversità.

La danza ai tempi del Coronavirus

Portare avanti un progetto incentrato sul contatto fisico tra le persone in questo periodo di emergenza sanitaria e isolamento sociale, di certo, non è un’impresa semplice.

Ma questo non ha fermato Marina e Anna, le conduttrici dei laboratori dell’associazione Ottavo Giorno. Le stanze nelle loro abitazioni si sono trasformate in palestre domestiche dove praticare la danza, i loro smartphone hanno registrato parole e movimenti, che sono diventati dei brevi video-tutorial chiamati Assaggi di danza domestica.

I video, vengono pubblicati ogni settimana nei canali social dell’Associazione, dando a tutti i follower la possibilità di seguirli. E non solo. L’invito delle due conduttrici, fin dall’inizio, è stato duplice: interpretare questi assaggi con delle piccole danze per continuare ad allenarsi insieme, anche a distanza, e condividere le proprie interpretazioni.

C’è quindi il video di Alessio, che danza sotto il sole nella terrazza di casa sua, e quello di Stefy e Federico, che per il loro duetto hanno scelto di stare dentro casa. Poi c’è Andrea, con La misteriosa forza, e chissà chi sarà il protagonista del prossimo assaggio

Guarda i video

Tutte le persone possono danzare

Nata negli Stati Uniti agli inizi degli anni ’90 grazie al ballerino e coreografo Alito Alessi, la DanceAbility, attraverso un percorso di ricerca che sfrutta le abilità fisiche ed espressive individuali, si pone come obiettivo l’opportunità di dare espressione artistica a tutte le persone, aiutando abili e diversamente abili a sradicare pregiudizi reciproci.

I principi su cui si basa sono quelli della Contact Improvisation, dove i punti di contatto fisico diventano il punto di partenza per un’esplorazione fatta di movimenti improvvisati, che permettono di confrontarsi ed esprimersi insieme.

Non è una terapia, ma un’espressione artistica e creativa vera e propria.

Alito Alessi – fondatore della DanceAbility