Ilaria Capua chiude la decima edizione di Segnavie

Lunedì 14 dicembre, alle 18.00, Ilaria Capua sarà la protagonista del sesto e ultimo incontro dell’edizione 2020 di Segnavie. Virologa di fama internazionale, Capua traccerà una mappa del (possibile) nuovo mondo che ci aspetta dopo il “cigno nero”. Segui l’incontro in diretta streaming.

Dopo l’incontro con Bertrand Badré sul tema della finanza sostenibile, nel sesto e ultimo appuntamento di Segnavie parleremo di cambiamenti di paradigma per la ripartenza post-Covid.

Lunedì 14 dicembre alle 18.00 la Direttrice del Centro di Eccellenza One Health dell’Università della Florida Ilaria Capua approfondirà il tema nel webinar dal titolo Dopo il virus: le nuove mappe mentali e il ruolo delle donne.

Secondo la Capua è necessario acquisire un nuovo atteggiamento mentale, riconsiderando molti aspetti del nostro modo di vivere, produrre, lavorare e viaggiare.

Un cambiamento che potrebbe dare alle donne un ruolo da protagoniste nella ripartenza.

Uno stress test

Così Ilaria Capua considera la comparsa del SARS-CoV-2. Una prova imprevista, inattesa, che è stata in grado di mettere in luce in pochi mesi tutte le fragilità del nostro sistema e ha rivoluzionato irreversibilmente il mondo così come lo conoscevamo fino a quel momento.

Un cigno nero: un evento raro, imprevedibile e dall’impatto enorme, in grado a sua volta di generare ramificazioni inaspettate, talvolta sorprendenti.

– Ilaria Capua

E se dietro al lampante aspetto catastrofico della pandemia si celasse anche un’importante opportunità di svolta? E se, in fondo, questa tragica esperienza potesse davvero insegnarci qualcosa per il “dopo”?

Tutela della biodiversità, globalizzazione responsabile e riscoperta del sapere scientifico sono i primi passi per ripensare lo scenario attuale.

Un contesto inedito che va affrontato valorizzando chi fino a questo momento è stato sfavorito: per esempio, le donne.

Il rischio, altrimenti, come la Capua ricorda nel suo ultimo libro Il dopo. Il virus che ci ha costretto a cambiare mappa mentale, è che «la pandemia rimanga solo una calamità, e allora non sarà servita a niente.»

 

Dopo il virus: le nuove mappe mentali e il ruolo delle donne
Lunedì 14 dicembre 2020 ore 18.00
ILARIA CAPUA
intervistata da Bruno Mastroianni, filosofo e giornalista
In diretta streaming su segnavie.it
Partecipazione gratuita con registrazione 

Voglio partecipare

 

 

ILARIA CAPUA

Virologa, ha lavorato per quasi trent’anni nei laboratori della rete degli Istituti Zooprofilattici Sperimentali italiani, specializzandosi nelle malattie trasmissibili dagli animali all’uomo, in particolare nei virus influenzali, sui quali ha incentrato la sua carriera scientifica.

Nel 2013 è stata eletta alla Camera dei Deputati, dove è stata vicepresidente della Commissione Scienza, Cultura e Istruzione.

Segnalata dalla prestigiosa rivista Scientific American tra i 50 scienziati più influenti al mondo, oggi dirige il Centro di Eccellenza One Health dell’Università della Florida.

 

Intervistata da
BRUNO MASTROIANNI

Filosofo, giornalista, social media manager di trasmissioni Rai. Si occupa di discussioni online, conflitti e comunicazione di crisi. Tiene corsi di comunicazione efficace per la gestione del dissenso e dei conflitti in università, aziende e organizzazioni non profit.

Assegnista di ricerca presso l’Università di Firenze, è Cultore di Teoria dell’argomentazione presso l’Università di Padova.

Ha scritto: Litigando si impara. Disinnescare l’odio online con la disputa felice (Cesati, 2020); Tienilo acceso. Posta, commenta, condividi senza spegnere il cervello (con Vera Gheno, Longanesi 2018); La disputa felice. Dissentire senza litigare sui social network, sui media e in pubblico (Cesati, 2017).

 

Segnavie 2020

Segnavie è il ciclo di conferenze ideato e realizzato dalla Fondazione, in cui leader internazionali del pensiero offrono mappe per orientarsi in un contesto in continuo e rapido cambiamento.

Scarica l’opuscolo