Padova Urbs Picta: siamo Patrimonio dell’Umanità

Ecco il riconoscimento che Padova attendeva: i cicli pittorici trecenteschi e l’opera di Giotto riconosciuti come Patrimonio Unesco.

Unici” e “irripetibili“: ecco come la Commissione Unesco ha definito i cicli di affreschi del XIV secolo di Padova, inserendo così un altro tassello di Padova nella World Heritage List.

Un riconoscimento che è motivo di gioia e di orgoglio per tutta la città e per la Fondazione, che sin dalle sue origine è accanto alla sua città nella tutela e nella valorizzazione del patrimonio artistico. Padova è ora riconosciuta come capitale artistica del Trecento nel mondo e si colloca di diritto fra le più importanti testimonianze della storia della civiltà dell’uomo.

Capolavori che segnarono una nuova era nella storia dell’arte, producendo un irreversibile cambio di direzione.

Una storia, quella dell’Urbs Picta, che spiega la valenza di un luogo che per 92 anni, dal 1305 al 1397, ha vissuto un intreccio irripetibile di studiosi, committenti e artisti, diventando snodo essenziale tra arte medievale e Rinascimento.

Otto scrigni d’arte e un’appendice nel mezzo,
immersi in oltre 3600 metri quadrati di pitture murali.

Un pellegrinaggio culturale unico e irripetibile.

In questo itinerario che si snoda nel cuore della città sia è immersi a prendere coscienza di quella rivoluzione nell’arte figurativa che travolge la città con una riscoperta della tecnica dell’affresco, dell’uso innovativo del colore e dell’invenzione della prospettiva, su cui si fonderanno le tecniche pittoriche degli anni a venire.

Con questa iscrizione di Padova Urbs Picta nella World Heritage List, Padova si colloca fra le poche città al mondo a custodirne due. Dal 1997 infatti è patrimonio Unesco anche l’Orto Botanico dell’Università, il più antico orto botanico del mondo occidentale a conservare ancora la forma e l’ubicazione delle sue origini cinquecentesche.

La città del Santo con questo riconoscimento fa svettare il Veneto in cima alla classifica delle regioni d’Italia con maggior numero di siti Unesco – ben nove!