RO-Regeneration: la Street Art torna a Rovigo

Dal 13 al 18 settembre arriva a Rovigo RO-Regeneration il Festival di arti urbane rigenerative. Street Art, graffiti ed eventi dedicati alla rigenerazione urbana. Scopri il programma e partecipa.

ROvigo REgeneration apre i battenti. È partita infatti la seconda edizione del festival di arti urbane rigenerative che vedrà Rovigo, dal 13 al 18 settembre, diventare per una settimana “capitale della rigenerazione”.

L’apertura del festival coincide con la consegna ufficiale dell’opera di Fabio Petani. Nella facciata dell’ex casa dei gatti in piazza Tien An Men, un enorme murales che si connette col territorio tramite due elementi: il ramo di arundo donax, tipico dell’area del Delta e l’elemento chimico Butylene Glycol, collegato ad Adria dove è sorto nel 2016 il primo stabilimento industriale al mondo dedicato alla produzione di biobutanolo direttamente dagli zuccheri. A Palazzo “Celio” sarà invece di scena Nico Skolp con un’opera collaborativa e un laboratorio di graffiti realizzati con gli studenti “ROREyoungs”.

Il focus, anche per questa edizione, è su street Art e graffiti ma nei sei giorni della manifestazione troveranno spazio anche altre attività come dibattiti, esperienze sensoriali e performance di vario genere.

Dalla proiezione di Exit through the gift op, il docufilm del 2010 su Banksy, enigmatico writer britannico noto in tutto il mondo, al concorso fotografico Urban Photo Contest. Dalla presentazione di Giardino K alla RoReRun, la camminata finale non competitiva accompagnata da musica e arte alla scoperta dei luoghi cittadini oggetto di intervento da parte di street artist. Un’intensa settimana di attività ed eventi all’insegna della rigenerazione urbana.

Un’occasione per scoprire, attraverso la street art, un territorio che riserva sorprese paesaggistiche e architettoniche.

Vernici “mangia-smog”

L’iniziativa non punta solo a rendere più bella la città, ma anche più sana e più inclusiva. Per le opere saranno utilizzate vernici abbinate a nanotecnologie d’avanguardia, capaci di “mangiare” lo smog.

Un particolare prodotto applicato sulle opere realizzate catturerà e annullerà gli inquinanti atmosferici, per effetto della fotocatalisi.

Il programma