Torna il Festival Solidaria

Sarà la parola “Evoluzione” il fil rouge della IV edizione di Solidaria, il festival nato dal CSV di Padova e Rovigo in collaborazione con il Comune di Padova e con il contributo della nostra Fondazione. Dal 27 settembre al 3 ottobre 2021, 40 appuntamenti tra arte, cultura e solidarietà.

Evoluzione: è questo il concetto chiave che caratterizza la quarta edizione di Solidaria.

Dal 27 settembre al 3 ottobre, 40 appuntamenti tra arte, cultura e solidarietà per approfondire, con linguaggi diversi, il concetto di evoluzione. Soprattutto alla luce dell’esperienza della pandemia ma anche dei recenti studi in ambito evoluzionistico. Studi che hanno ribaltato la visione dell’evoluzione come lotta a favore di una prospettiva cooperativa e collaborativa.

Evolve e cresce – in ambito umano e animale ma anche nel mondo vegetale – chi trova forme di collaborazione e sostegno reciproci.

Da questo nasce anche l’immagine che accompagna l’edizione 2021 del Festival: una foto che prende spunto dal noto quadro Il Quarto Stato di Giuseppe Pellizza Da Volpedo. Una rilettura attuale dove le persone, volontarie e volontari di diverse provenienze, rappresentano la comunità che si mette in moto verso una meta comune, per una evoluzione che diviene “rivoluzione gentile”.

Il programma

Ad aprire il festival un appuntamento musicale rivolto alle giovani generazioni, The Andre suonerà domenica 26 settembre alle ore 16.30 nella cornice dell’anfiteatro del Venda, un viaggio attraverso la musica italiana per riscoprire la bellezza e il legame con la natura.

Lunedì 27 settembre, dopo l’inaugurazione ufficiale del festival, la prima giornata si chiuderà con Federico Rampini, un ospite d’eccezione, che con il suo “sguardo globale” ci aiuterà a disegnare le mappe del “mondo che verrà”. Spazio anche al tema “caldo” dei vaccini come bene comune in un dibattito inedito, martedì 28 settembre alle ore 18.00 con Antonella Viola e Silvio Garattini

Giovedì 30 settembre ore 18 la giovane Andrea Marcolongo scrittrice e autrice di “La lezione di Enea” ci farà riflettere sull’importanza del nostro passato e della nostra storia per capire il presente e migliore il nostro futuro.

Anche il palinsesto serale proporrà momenti emozionanti e significativi: mercoledì 29 settembre ore 21 Telmo Pievani ci illustrerà che evoluzione e cooperazione non sono in antitesi ma parti essenziali del nostro essere uomini e sabato 2 ottobre i Deproducers con lo spettacolo DNA un mix di musica e scienza che ci porterà ad indagare l’infinitamente piccolo: la nascita della vita, le cellule, le loro modificazioni.

Venerdì 1 e sabato 2 ottobre nella cornice del Palazzo della Ragione, tra i luoghi di Padova Urbs Picta Patrimonio dell’Umanità, si tratterà sella storia e dell’importanza del volontariato, grazie a molti interventi, tra i quali si segnala Livia Turco, Giuliano Amato, Aldo Bonomi e Ivo Lizzola.

E non finisce qui.

In sette giorni più di 40 appuntamenti per riflettere sulle nostre relazioni con gli altri e con ciò che ci circonda.

Scopri il programma