Robert Doisneau: numeri record e 7 giorni in più per ammirarla

Clamoroso Doisneau! Palazzo Roverella supera i 30 mila visitatori e prolunga la grande mostra dedicata al maestro francese della fotografia di una settimana, fino al 6 febbraio. 

Una settimana in più per ammirare gli scatti di Doisneau

Di più non era proprio possibile, sia perché le opere sono già attese in un’altra sede italiana, sia perché al Roverella è in programma, già a partire dal 26 febbraio, la grande monografica su Vasilij Kandinskij, curata da Paolo Bolpagni ed Evgenia Petrova

E i tempi di smontaggio e rimontaggio tra le due mostre sono davvero molto compressi.

Gli appassionati avranno comunque sette giorni extra per vedere, o rivedere, le celebri immagini di Robert Doisneau.

Il “fenomeno Doisneau”

Mai una mostra fotografica, nemmeno in periodo pre covid, ha raggiunto risultati simili: 30 mila visitatori… un successo.

L’esposizione curata da Gabriel Bauret, infatti, è partita subito molto bene , con numeri superiori a quelli delle mostre fotografiche precedenti e con il tempo ha duplicato e addirittura triplicato il record di ingressi precedente.

Effetto Doisneau ma non solo

L’attrattività dell’artista e la sua capacità di entrare in empatia con il pubblico hanno reso possibile questo grande risultato. Ma parte del merito è sicuramente di Palazzo Roverella e della sua crescente percezione come sede di esposizioni e mostre di rilievo.

Oggi Palazzo Roverella è considerato, per le sue proposte, tra le più autorevoli sedi espositive in Italia.

Un livello che l’imminente mostra su Kandinskij non potrà che confermare e rafforzare.

Le mostre di Palazzo Roverella