Il Parco dei Colli Euganei si candida a Riserva della Biosfera UNESCO

Fondazione Cariparo e Regione Veneto fianco a fianco per sostenere la candidatura dell’Area del Parco Regionale dei Colli Euganei a Riserva della Biosfera UNESCO.

La candidatura dell’Area del Parco Regionale dei Colli Euganei per diventare Riserva della Biosfera UNESCO procede senza sosta.

L’iter è già arrivato alle battute finali della prima fase.

Un primo step in cui è stata individuata la governance che gestirà il futuro riconoscimento si sta realizzando la perimetrazione e zonizzazione dell’area interessata su supporto cartografico GIS e si sta giungendo all’identificazione dell’elemento caratterizzante la candidatura dei Colli Euganei.

Ogni nuova Riserva della Biosfera, infatti, deve apportare alla rete internazionale MAB UNESCO un valore aggiunto in termini di conoscenze, valori e pratiche.

L’iter procedurale realizzato grazie al contributo di 100 mila euro della Fondazione Cariparo e a quello di 20 mila euro della Regione Veneto porterà alla definizione di un documento finale, che entro il 30 settembre 2023 verrà inviato al Comitato Tecnico Nazionale “Uomo e Biosfera” e all’UNESCO.

Sosteniamo la candidatura dell’area del Parco dei Colli Euganei a riserva della biosfera Unesco, convinti che si tratti di una significativa opportunità di sviluppo sostenibile e di valorizzazione di un territorio, con ricadute importanti anche sulla qualità di vita della sua attuale e futura comunità

– Gilberto Muraro, Presidente Fondazione Cariparo

Un bene comune che va difeso

Non è la prima volta che sosteniamo iniziative rivolte a uno sviluppo sostenibile. La salvaguardia dell’ambiente e del paesaggio è una delle linee strategiche di intervento della nostra Fondazione. Ne abbiamo avuto prova accompagnando verso lo stesso obiettivo un’altra meravigliosa area della nostra regione, quella del Parco del Delta del Po, che da sette anni può fregiarsi del titolo assegnato da Unesco e soprattutto godere dei benefici che esso genera e continuerà a generare.