Il nuovo Teatro Verdi: sostenibile, inclusivo e innovativo

Nuove poltrone, restyling del foyer e dell’area bar e un incremento delle dotazioni tecniche con audio, luci e wifi nelle aree aperte al pubblico. Presentato il piano per il nuovo Teatro Verdi.

Nuove poltrone, restyling del foyer e dell’area bar e un incremento delle dotazioni tecniche con audio, luci e wifi nelle aree aperte al pubblico: ecco in sintesi gli interventi di rinnovamento del Teatro Verdi di Padova, presentati dal Teatro Stabile del Veneto, che aspirano a rendere lo storico teatro un luogo sempre più aperto a tutta la cittadinanza.

L’iniziativa, sostenuta dalla Fondazione con 500mila euro e dal Comune di Padova con un contributo di 180mila euro, porterà a partire dal 2022 alla realizzazione di un ampio piano di interventi, che si concluderà a fine 2023.

Dalla sostituzione delle poltrone della platea con l’acquisto di nuove sedute ergonomiche e amovibili che renderanno la sala uno spazio polifunzionale e accessibile a persone con disabilità, agli interventi nel foyer tra cui la dotazione di una nuova illuminazione a led, all’efficientamento dell’impianto acustico, tutti i lavori saranno progettati tenendo conto dell’utilizzo di tecnologie per il risparmio energetico e saranno finalizzati a migliorare le condizioni di conservazione del teatro e a incrementarne la fruizione pubblica.

La nostra Fondazione ha scelto di sostenere il progetto di ammodernamento del Teatro Verdi, una delle ricchezze della nostra città, perché la cultura non può essere elitaria, ma deve essere un bene a disposizione di tutti.

– Gilberto Muraro, Presidente Fondazione Cariparo

Ad oltre 250 anni dalla sua nascita, nel pieno centro storico di Padova

il Teatro Verdi è un gioiello cittadino a cui i padovani sono molto legati.

Con i suoi oltre 700 posti, ripartiti fra platea e tre ordini di palco e galleria, il Teatro ospita spettacoli ed eventi, che dal 1751, anno della sua inaugurazione, si intrecciano da sempre con la storia della città e del paese intero.