Dai sogni della fantascienza alle sfide globali. Al Cicap Fest 2022 il mondo che verrà

Torna dal 3 al 5 giugno  il CICAP Fest, il Festival della scienza e della curiosità. Un ricco programma di oltre 120 eventi che coinvolgerà i grandi nomi della scienza, della divulgazione e della cultura a Padova e per la prima volta anche a Rovigo.

La scienza del mondo che verrà. Dai sogni della fantascienza alle sfide globali: quale domani ci attende? È questo il titolo e il tema scelto per la quinta edizione del CICAP Fest, il Festival della scienza e della curiosità, che, dal 3 al 5 giugno, torna a Padova – e sbarca anche a Rovigo – con un ricco programma che coinvolge i grandi nomi della scienza e della cultura nazionale e internazionale.

Quale sarà il ruolo che la scienza e la cultura scientifica avranno nel determinare il futuro? Quali saranno le scoperte e le invenzioni che cambieranno la vita dell’essere umano e del pianeta? Cosa di ciò che un tempo sembrava solo fantascienza è diventato realtà? E cosa di ciò che oggi sembra fantascienza un giorno sarà reale?

Saranno queste e molte altre le domande a cui il CICAP Fest proverà a rispondere nel corso dell’edizione 2022, discutendo gli aspetti sociali, politici e culturali della scienza.

Oltre 120 incontri sviluppati intorno al tema del mondo che verrà, ospitati dalle numerose e prestigiose sedi del festival e in parte trasmessi anche in streaming.

Scienziati, divulgatori, scrittori, filosofi e personaggi del mondo della ricerca, della letteratura, della cultura e dello spettacolo approfondiranno argomenti legati alla salute, all’ambiente, alla medicina, all’innovazione, alla tecnologia, all’esplorazione spaziale e, naturalmente, a come affrontare il dilagare della disinformazione e delle pseudoscienze.

Senza dimenticare ciò che da sempre contraddistingue il CICAP Fest, vale a dire i momenti dedicati all’intrattenimento intelligente. Accanto agli incontri saranno infatti proposti laboratori, workshop, spettacoli e performance che permetteranno di affrontare tematiche attuali attraverso mezzi in grado di coinvolgere e agganciare l’attenzione di un pubblico più che mai variegato. 

Un invito a indagare, ma soprattutto ad avere consapevolezza del ruolo e dell’impatto che la scienza e la cultura scientifica hanno in tutti i risvolti – sociali, politici e culturali – della nostra società.

Tra i numerosi ospiti di risonanza internazionale del Festival: Sir Michael Marmot, Simonetta Di Pippo, Michael Mann, Mitchell Valdes-Sosa, Susan Schneider, Peter Godfrey-Smith, Sheila Jasanoff, Lee McIntyre, Julia Gale.

Inoltre, in uno speciale “speaker’s corner” sul plateatico dello storico Caffè Pedrocchi, ricercatori e studiosi risponderanno in 15 minuti alle “grandi domande” poste dal pubblico sui social media del CICAP relativamente alla scienza del futuro: genetica, medicina, spazio, tecnologia, sociologia, neuroscienze… in una serie di appuntamenti moderati dal divulgatore Marco Martinelli.

Il CICAP arriva a Rovigo!

Quest’anno il CICAP Fest esce da Padova e raggiunge Rovigo. Infatti, in occasione della mostra Giovanni Miani. Il leone bianco del Nilo, Palazzo Roncale ospiterà due incontri organizzati con il sostegno della Fondazione.

Massimo Polidoro ci accompagnerà alla scoperta del passato, dei luoghi e delle costruzioni misteriose del nostro pianeta che generano tanti interrogativi e sono uno stimolo costante alla ricerca e al bisogno umano di conoscere. Il genetista Guido Barbujani, invece, ci condurrà alla ricerca del passato che è dentro di noi: le tracce di forme umane diverse, migrazioni preistoriche, a partire dall’Africa, da dove i nostri antenati si sono diffusi su tutto il pianeta.

Scopri il programma

 

Il CICAP Fest è promosso dal CICAP in collaborazione con il Comune di Padova, l’Università di Padova, la Provincia di Padova, la Camera di Commercio di PadovaVenicePromex e con il contributo della nostra Fondazione.

Che cosa è il CICAP

Il CICAP (Comitato italiano controllo affermazioni sulle pseudoscienze) è un’associazione educativa e pedagogica, fondata nel 1989 da Piero Angela e da altre personalità̀ del mondo della scienza e della cultura tra cui Margherita Hack, Umberto Eco, Silvio Garattini, Rita Levi Montalcini, Carlo Rubbia e Umberto Veronesi, per favorire la diffusione di una mentalità̀ scientifica e contrastare pseudoscienze, irrazionalità̀ e superstizione. Il lavoro formativo del CICAP è riconosciuto dal Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca.