Parte il bando Work in Sport – Strutture Sportive

Con 650 mila euro il bando Work in Sport sostiene la realizzazione di interventi di revisione e ristrutturazione degli impianti sportivi e delle palestre scolastiche nelle province di Padova e Rovigo. Il nostro obiettivo? Migliorare gli stili di vita e stimolare comportamenti attivi che migliorano la salute e il benessere delle persone e delle famiglie.

Lo sport è una passione che accomuna molti, giovani e meno giovani. I primi, soprattutto, trovano nell’attività sportiva uno spazio formativo, di socializzazione e di preparazione atletica fondamentale per la crescita. È questa infatti una delle ragioni per cui è nato il bando Work in Sport – Strutture Sportive.

Il bando sosterrà la realizzazione di interventi di ristrutturazione degli impianti sportivi e delle palestre scolastiche delle provincie di Padova e Rovigo.

Rendere accessibili le strutture alla persone con disabilità che vogliono praticare un’attività sportiva o più semplicemente godersi un evento. Ripensare gli spazi esterni in modo da poterli utilizzare per gli allenamenti. Ristrutturare gli impianti. Sono questi gli ambiti d’intervento del bando Work in Sport – Strutture Sportive, per il quale la Fondazione mette a disposizione 650.000 euro.

Migliorare gli stili di vita e stimolare comportamenti attivi che migliorano la salute e il benessere delle persone e delle famiglie.

Il bando Work in Sport rientra nella linea strategica Salute e corretti stili di vita. L’obiettivo finale degli interventi è infatti promuovere l’attività motoria e lo sport per stimolare comportamenti che migliorano la salute e il benessere fisico dei singoli e delle famiglie.

Vuoi partecipare?

La partecipazione al bando è riservata esclusivamente ad enti e istituzioni di natura pubblica delle province di Padova e Rovigo, proprietari di strutture e impianti sportivi, comprese le palestre scolastiche. Sono escluse dal bando le Amministrazioni Comunali di Padova e Rovigo, per le quali la Fondazione ha in programma specifiche iniziative.

Saranno ammessi alla valutazione i progetti rientranti nei seguenti ambiti d’intervento:

  • ristrutturazione degli ambienti interni con un’attenzione speciale alle persone con disabilità, in qualità sia di fruitori sia di spettatori;
  • ristrutturazione degli spazi esterni con lo scopo di rendere queste aree utilizzabili per la pratica sportiva;
  • lavori per la messa a norma degli edifici sportivi, come la messa in sicurezza degli impianti e dei servizi, l’abbattimento delle barriere architettoniche, la prevenzione antincendi e l’adeguamento sismico.

Sì, voglio partecipare