Ricucire i sogni: 3 tappe per imparare a progettare

Si chiama “Ricucire i sogni” ed è il nuovo bando promosso da Con i Bambini, che mette a disposizione 15 milioni di euro a favore di bambini e adolescenti vittime di maltrattamento. Insieme a Fondazione Zancan abbiamo studiato un percorso che aiuterà i partecipanti a progettare interventi efficaci, in sintonia con gli obiettivi del bando. 

Secondo l’Indagine nazionale sul maltrattamento dei bambini e degli adolescenti in Italia (condotta dall’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, dal CISMAI e dalla Fondazione Terre des Hommes Italia), nel nostro paese sono quasi 100.000 i bambini e gli adolescenti presi in carico dai servizi sociali perché vittime di una qualche forma di maltrattamento. La maggior parte di questi casi si verifica in ambito familiare o domestico. Nel 2016, infatti, in Italia sono stati 1.618 i bambini vittime di maltrattamento in famiglia (di cui il 51% bambine), con un incremento del 12% rispetto all’anno precedente.

Violenze, quindi, che vengono inflitte da persone di cui i bambini “si fidano”. O forse sarebbe meglio dire “si fidavano”, prima che… il sogno di quella fiducia venisse strappato. Per questo è suggestivo che il titolo del quinto bando promosso da Con i bambini, nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, sostenuto dalla nostra Fondazione con oltre 4 milioni di euro, sia proprio “Ricucire i sogni”.

Con 15 milioni di euro, l’iniziativa è destinata a finanziare progetti di prevenzione e contrasto ad ogni forma di maltrattamento verso i minori.

Vuoi partecipare?

Le proposte dovranno essere presentate, entro il 15 novembre 2019, da un partenariato composto da almeno tre organizzazioni (il soggetto responsabile deve essere un ente del Terzo settore) e dovranno mirare a potenziare i servizi già esistenti di protezione e cura dei minori, o a realizzarne dei nuovi. Inoltre dovranno prevedere attività complementari: supporto alla genitorialità, formazione di professionisti sul tema del maltrattamento (capacity building) e programmi informativi e di sensibilizzazione dell’intera «comunità educante» per riconoscere e affrontare i primi segnali di violenza, e incoraggiare le vittime a denunciare.

Dimmi di più sul bando

I bambini hanno il diritto di sentirsi protetti e al sicuro in tutti gli ambienti in cui crescono, a cominciare dalla casa.

Percorso di accompagnamento

Per aiutare i partecipanti a progettare al meglio i propri interventi, insieme a Fondazione Zancan, abbiamo messo a punto un percorso di attività che accompagnerà i candidati nella progettazione e presentazione della domanda in tre fasi:

Prima fase

Il percorso prende avvio con la presentazione del Bando “Ricucire i sogni” in cui interverranno i referenti di Con i Bambini. Un primo appuntamento che serve anche a individuare idee sul tema del Bando e a prefigurare aggregazioni territoriali.

L’appuntamento è per venerdì 11 ottobre dalle ore 10.30 alle ore 13.00 a Padova (Palazzo del Monte di Pietà – Piazza Duomo, 14)

L’incontro è a ingresso gratuito con registrazione. La partecipazione è riservata a 95 operatori e ciascun ente potrà iscrivere al massimo due persone.

Registrami a PADOVA

Seconda fase

Si prosegue con un seminario di approfondimento e di grouping rivolto a tutti coloro che sono interessati alla progettazione condivisa e che mira a:

  • fornire elementi chiave sul tema del maltrattamento, tenendo conto di quanto richiesto dal Bando;
  • costruire e consolidare le reti (attività di grouping) attorno a idee innovative;
  • condividere orientamenti e strumenti per facilitare l’elaborazione del progetto e la sua presentazione.

Il seminario si terrà lunedì 14 ottobre dalle ore 9.30 alle ore 16.30 a Padova (Palazzo del Monte di Pietà – Piazza Duomo, 14).

L’incontro è a ingresso gratuito con registrazione. La partecipazione è riservata a 95 operatori e ciascun ente potrà iscrivere al massimo due persone.

Voglio partecipare

Terza fase

Il percorso prevede infine un tutoraggio individuale per la predisposizione del progetto, rivolto ai partenariati che intendono completare il percorso di presentazione del progetto.